Viaggi e stili di vita

I Marina del Sud Sardegna approdano in Assonat

I Marina del Sud Sardegna approdano in Assonat

I Marina del Sud Sardegna approdano in Assonat: importante ingresso in Assonat-Confcommercio – Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici di Saromar Gestioni, un network che comprende i Marina del Sud Sardegna di Capitana, Perd’e Sali e Portoscuso.

La Società, con più di venti anni di esperienza nella gestione delle strutture nautiche da diporto, con i suoi marina dispone complessivamente di oltre 1.000 posti barca fino a 27 metri e di un’ampia gamma di servizi a terra e in banchina a disposizione dei diportisti:

  • Marina di Capitana, situato in posizione strategica al centro della costa meridionale, è la base ideale per conoscere la costa sud-orientale;
  • Marina di Perd’e Sali, situato ad ovest di Cagliari, è un importante riferimento anche per la nautica da diporto in transito lungo la costa e per la Tunisia;
  • Marina di Portoscuso, situato nella costa est, è la naturale estensione del paese verso il mare e il significato del suo nome ne individua le qualità: porto nascosto, riparato.

I marina sono collocati tra i paesaggi più belli della costa meridionale e numerose testimonianze archeologiche di antiche civiltà.

I Marina del Sud Sardegna “elemento importante nel fare squadra ”

“L’ingresso in Assonat di Saromar Gestioni con i suoi tre marina nel Sud Sardegna sarà elemento importante nel fare squadra con le altre strutture portuali turistiche – dichiara Luciano Serra Presidente Assonat – per continuare ad essere protagonisti nello sviluppo dei turismi e del turismo nautico in particolare. “

”Da oltre venti anni – continua Serra – il gruppo è impegnato con i suoi marina nell’offrire al diportismo servizi sempre più qualificati e sostenibili per la salvaguardia dell’ambiente.”

LEGGI ANCHE: Sardegna, niente campo boa a Cala Luna

”Il valore delle strutture per la nautica da diporto – conclude Serra – sta anche nel favorire lo sviluppo e l’aggregazione dei turismi e dell’economie collegate al mare, promuovendo i territori con le loro unicità dai patrimoni storico-culturali alle bellezze naturali dei meravigliosi paesaggi, ai sapori degli inimitabili prodotti tipici fino all’artigianato”.

Leggi anche

“Le Vie dell’Amicizia”: il concerto di Riccardo Muti ai Templi di Paestum

Redazione

Immersioni nell’arte di Giuliano Mauri, il carpentiere della natura

Fabio Iacolare

Santa Severa: al castello la Mostra “Segni, spessori, forme e materie

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.