Nautica Sport

Duemila barche pronte per la Vogalonga nel Bacino di San Marco

vogalonga

Domenica 28 maggio, nelle acque del Bacino di San Marco, prende il via la Vogalonga, evento tradizionale veneziano che vede sfidarsi quasi duemila barche e oltre settemila partecipanti.

Gente proveniente da tutte le parti del mondo pronte a gareggiare in un’esperienza unica, che nella Laguna giunge alla sua 47esima edizione.

Vogalonga, percorso di 30 km

La manifestazione è stata presentata questa mattina a Ca’ Farsetti, con una conferenza stampa a cui hanno preso parte il consigliere delegato del sindaco alle Tradizioni, Giovanni Giusto, i rappresentanti del Comitato organizzatore, Antonio Rosa Salva, Alessandro Visentin e Massimo Zanotto, i figli dell’attore Lino Toffolo, Paolo e Anna.




“Un grazie davvero sentito a tutti gli organizzatori, ma uno speciale”, ha sottolineato Giusto. “Mi sento di doverlo fare alla famiglia Rosa Salva, che ormai da quasi mezzo secolo, dopo averlo inventato, segue questo evento. La Vogalonga è nata a metà degli anni Settanta, quando gli appassionati della voga alla veneta erano ormai pochi e isolati, in un mondo che sempre più era volto al motore. Ed ha rappresentato una vera e propria inversione di tendenza: il remo è stato riscoperto, sono nate molte società remiere, e molte barche, come ad esempio quella di mio padre, che andavano a motore, sono tornate ad essere spinte con la forza delle braccia. Un ritorno alla tradizione, che non vuol però dire ‘nostalgia’, ma vivere ‘in continuità’ con un sistema unico, come unica è, nel mondo, Venezia”.

La Vogalonga si svilupperà come di consueto nel suo percorso di 30 km, da concludere entro sei ore, che prevede, dopo la partenza in Bacino san Marco, il passaggio davanti alle isole di Sant’Elena, delle Vignole, di Sant’Erasmo e di San Francesco del Deserto, per arrivare a Burano e poi, costeggiando le isole di Mazzorbo, Madonna del Monte e San Giacomo in Paludo, a Murano, con l’attraversamento del suo ‘Canal Grande’, e tornare infine a Venezia, dove, passando per il canale di Cannaregio e il Canal Grande si giunge all’arrivo, posto alla Punta della Dogana di fronte a San Marco.




LEGGI ANCHE: The Ocean Race, un mese al Grand Finale di Genova: è festa della vela

Anche nell’edizione 2023 è stato istituito il premio Lino Toffolo, che andrà alla barca più stravagante, simpatica, ingegnosa, secondo il giudizio di una giuria di cui sarà presidente uno dei più cari amici del comico di Murano, ovvero Renato Pozzetto. I ricavi delle iscrizioni alla manifestazione, che ha il sostegno del Comune di Venezia, di Vela e di Avm ed il patrocinio del Coni e delle Federazioni Canottaggio, Canoa e Kayak, saranno devoluti anche questa volta al mondo della voga, salvo un 20% che sarà invece destinato a finanziare una ricerca universitaria sul contenimento del moto ondoso.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Patenti nautiche, visite mediche bloccate: “Occorre direttiva del ministero”

Redazione

Incendio sul traghetto, mancano ancora 14 dispersi all’appello

Redazione

Area Marina Protetta delle Cinque Terre, polemiche per attività di noleggio

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.