Diporto Nautica

Pardo GT52 è lo yacht moderno tra prestazioni e convivialità

pardo gt52

Il nuovo Pardo GT52 si presenta come il perfetto mix tra performance e sportività da una parte e comodità dall’altra. Questa fusione si pone perfettamente a metà strada tra il segmento Endurance e quello Walkaround di Pardo Yachts.

Riferendosi a quella fetta di armatori alla ricerca di spazi vivibili e confortevoli, senza dover rinunciare alle performance, Pardo GT52 è l’ideale con i suoi 16,58 metri.




Gli spazi del nuovo Pardo GT52

Con un layout innovativo, la barca si presenta molto luminosa, elegante e dagli ampi volumi, grazie ad un concept innovativo che mira a creare un modello conviviale sia dentro che fuori. A poppa troviamo subito un’ampia zona relax con prendisole modulabile. Nonostante le murate non siano abbattibili, la zona poppiera è molto vivibile, grazie anche ai 60 cm guadagnati rispetto al Pardo 50 Walkaround.

Accedendo a prua dai passavanti, invece, troviamo un piano di coperta completamente flush, che esalta la linea sportiva della barca e la sua prua rovesciata. Davanti alla zona della plancia di comando si trova un ampio prendisole che può ospitare fino a 3 persone sdraiate.

Per quanto riguarda gli interni, risalta subito la volontà del cantiere di creare continuità tra gli ambienti, ad esempio decidendo di mantenere lo stesso teak del pozzetto anche all’interno. Altri dettagli, come le finestrature laterali e quelle posteriori completamente apribili, così come il tetto scorrevole, sono un invito al dialogo tra gli spazi interni e quelli esterni,  esaltando così quella volontà di ottenere una barca che inviti appunto alla convivialità.

LEGGI ANCHE: Campionato Invernale di Napoli, la Coppa Aloj nella terza giornata

Sottocoperta, l’imbarcazione si dimostra molto più di un daycruiser, con gli spazi che sono ideati per passare periodi più lunghi a bordo. Si può scegliere tra un layout gally down o galley up, con la possibilità di avere la cucina sottocoperta o mantenerla nel salone superiore. Questo permette di sfruttare il disimpegno sottocoperta per ricavare una zona lounge con televisore, o una terza cabina con letti a castello. La suite armatoriale è situata a prua: questa è molto ampia grazie alla prua rovesciata ed è dotata di bagno con doccia separata. La seconda cabina, invece, è a poppa.

Le motorizzazioni Volvo Penta IPS offrono diverse possibilità a bordo del Pardo GT52, a partire da uno standard dotato di due IPS 650. Opzionalmente, sono installabili 2  Volvo IPS 700 oppure  2  Volvo IPS 800. A livello di autonomia, a bordo è installato un serbatoio carburante da 2000 litri.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Ruggero Tita e Caterina Banti fanno tris: a loro il Velista dell’anno 2021

Redazione Sport

Il campione del tennis Nadal entra con il suo team nell’E1 Series

Claudio Soffici

Sardinia Grand Prix di Motonautica: a Carpitella e Bacchi la gara 1

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.