Località di mare News dal mare Video nautica

Manta di 450 chili nel porticciolo della Cala di Palermo – VIDEO

manta 450 chili palermo

Una manta del peso di 450 chili è stata ritrovata alla Cala di Palermo. L’enorme diavolo di mare – altro nome della manta – è stato recuperato dai vigili del fuoco nell’antico porticciolo della città.

La manta si trovava nei fondali ed è stato issato dalla gru dei pompieri che hanno dovuto faticare non poco. Ancora poco chiara la dinamica della morte. L’animale è stato portato all’istituto zooprofilattico di Palermo.



Esami dell’istituto zooprofilattico sulla manta da 450 chili trovata alla Cala

Qualcuno a Palermo ci ha scherzato su: il ritrovamento, avvenuto nella notte della vigilia, avrebbe potuto garantire una frittura di pesce natalizia per centinaia di persone.

Il diavolo di mare dal peso record di oltre 400 chilogrammi si trovava nei fondali del porticciolo palermitano, quando è stato issato dalla gru dei vigili del fuoco. Non è ancora chiaro come la manta sia arrivata all’interno del porticciolo (Guarda il video).

Nonostante gli avvistamenti sottocosta non siano rari in Italia, l’ipotesi è che l’animale – appartenente alla famiglia degli squali – sia stato pescato in questi giorni e gettato privo di vita da una barca.

LEGGI ANCHE: Diavolo di mare a Roma: manta avvistata davanti al porto turistico – VIDEO

Con ogni probabilità, potrebbe essere stata una imbarcazione di pescatori a trascinarla nel porticciolo. La manta, del peso di 450 chili, non era facile da issare sulla barca.




Persino i mezzi dei vigili del fuoco hanno dovuto impiegare un bel po’ di tempo per portarla a riva. Nelle prossime ore gli esami dell’istituto zooprofilattico di Palermo chiariranno i motivi che hanno portato al decesso della manta.

Leggi anche

Ferragosto experience al Labelon Beach Club sulla spiaggia Romana di Bacoli

Fabio Iacolare

Anzio, in Piazza Pia 19 l’Ufficio del Turista e del Cittadino

Fabio Iacolare

Pesca, a Palermo nasce l’associazione “Donne di mare”

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.