Viaggi e stili di vita

Salute, gli uomini sanno poco della loro salute sessuale

Gli uomini hanno bassi livelli di consapevolezza sulla propria salute sessuale, e in particolare sulla funzione della loro prostata. A certificarlo una importante indagine, che ha valutato la conoscenza della prostata in 3.010 uomini oltre i 50 anni nel Regno Unito, Germania e Francia.

L’indagine ha rilevato che solo uno su 4 uomini (26%) di età superiore ai 50 anni è in grado di identificare correttamente la funzione principale della prostata.

Lo studio (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1171045) ha rivelato anche una varietà di idee sbagliate sulla salute della prostata e, in particolare, sull’ingrossamento della prostata (noto anche come ingrossamento prostatico benigno (BPE) o iperplasia (BPH)) con solo il 38 percento degli intervistati in grado di identificare correttamente il disturbo.

Una prostata sana ha le dimensioni di una noce e la sua funzione principale è quella di produrre liquido prostatico per trasportare lo sperma.

Mentre cresce lentamente man mano che gli uomini invecchiano, solo uno su 6 (17%) intervistati ha affermato correttamente che i sintomi relativi a un ingrossamento della prostata non sono un segno “normale” dell’invecchiamento.

”I risultati sono preoccupanti, soprattutto perché l’indagine ha preso di mira uomini della fascia d’età che hanno maggiori probabilità di soffrire di patologie legate alla prostata, come il cancro alla prostata e un ingrossamento della prostata” spiega il Dr Andrea Militello Urologo Andrologo, docente presso l’Università Federiciana di Cosenza.

“L’incidenza di queste condizioni e il loro impatto sulla pratica medica aumenteranno solo a causa dell’invecchiamento della popolazione, quindi dobbiamo garantire che gli uomini siano ben informati per consentire una rapida consultazione e trattamento se necessario” continua il Dr. Militello.

La causa di un ingrossamento della prostata non è nota, ma si ritiene che sia legata a cambiamenti ormonali con l’età degli uomini. Indicatori comuni della condizione includono l’impulso improvviso di urinare, una sensazione di tensione o dolorosa durante la minzione, la sensazione che la vescica non è completamente vuota e di alzarsi più di una volta durante la notte per urinare.

Quasi il 50 percento degli uomini (50-60 anni) non riconosce questi sintomi, che sono spesso lievi, ma la cui gravità può compromettere la qualità della vita. La ricerca suggerisce infatti che gli uomini con sintomi moderati o gravi hanno un aumentato rischio di gravi patologie cardiache, come ictus e morte cardiaca.

Sintomi della prostata ingranditi sono raramente discussi con partner o familiari.

Alla domanda con chi avrebbero parlato se avessero avuto problemi legati alla minzione, la maggior parte degli intervistati (61%) ha dichiarato che avrebbe visitato il proprio medico di famiglia per ulteriori informazioni. È interessante notare che questa domanda ha posto forti differenze regionali da Francia e Regno Unito (rispettivamente 67% e 66%) e in Germania (50%). Solo un quarto degli uomini (24%) ha specificato che avrebbe consultato “Google” per i propri sintomi e per scoprire ulteriori informazioni, dimostrando che i pazienti in questa fascia d’età preferirebbero parlare direttamente con gli operatori sanitari.

Solo il 13 percento degli uomini ha affermato che avrebbe discusso dei sintomi con il proprio partner o la propria famiglia per ricevere maggiori informazioni.

“Ricerche precedenti hanno dimostrato che le donne in realtà conoscono meglio i problemi di salute degli uomini rispetto agli stessi uomini. Pertanto, incoraggiamo gli uomini a discutere i loro sintomi e condizioni urologici con il partner o in famiglia, oltre che visitare operatori sanitari specializzati come gli urologi” conclude il Dr. Militello.

Leggi anche

Con lo Chef Rocco De Santis il Ristorante Santa Elisabetta si aggiudica una stella Michelin

Fabio Iacolare

Al via Le Vele del Panda, le crociere di ricerca del WWF per i turisti

Redazione Sport

Venditore a domicilio, un lavoro per giovani

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.