Località di mare

Anzio, accessibilità al mare per le persone con disabilità: ecco le sedie job

Anzio, accessibilità al mare per le persone con disabilità: ecco le sedie job

Dodici sedie job, acquistate dal Comune di Anzio, nella giornata di ieri, sono state consegnate agli stabilimenti balneari che dispongono dell’accesso in spiaggia per le persone con disabilità.

A Villa Corsini Sarsina, insieme all’Assessore alle politiche sociali della Giunta De Angelis, Velia Fontana ed al Consigliere Comunale, Marco Maranesi, promotori dell’importante iniziativa, sono intervenuti diversi gestori di Stabilimenti e le tre Associazioni Balneari del territorio.

Dal comune le sedie job per gli stabilimenti balneari

Due sedie job, in comodato d’uso, sono state messe a disposizione dell’Associazione La Grande Quercia per la spiaggia La Girandola Beach; le altre dieci, invece, saranno a disposizione delle persone con disabilità presso gli stabilimenti Tirrena, Dea Fortuna, Saint Tropez, Pioniere, Atollo, Bagni Stella, La Capannina, Galapagos, T-Village e La Conchiglia.

La Città di Anzio, unica località del litorale romano ad aver conquistato sia la Bandiera Blu 2020 che la Bandiera Verde per le spiagge a misura di bambino, continua a migliorare i servizi e l’accessibilità al mare, per consentire ai bagnanti di immergersi in sicurezza nelle limpide acque neroniane.

Anzio si trova nell’Agro Romano, il cui limite meridionale è segnato dal fiume Astura. È situata a 58 km a sud di Roma e a 26 km a ovest da Latina. Il centro della città si sviluppa sull’omonimo promontorio, proteso sul Tirreno.

Nell’antichità Antium (le attuali Anzio e Nettuno) fu per un lungo periodo capitale della popolazione dei Volsci, finché non venne assorbita nello stato romano. Una parte importante della città di Antium si trovava sull’altura oggi occupata dalla Villa Bell’aspetto o Villa Borghese.

LEGGI ANCHE: Anzio, apre oggi la spiaggia di Nerone: è corsa ai 330 segnaposto numerati

La città ospitò Cicerone quando, tornato dall’esilio, vi riorganizzò i resti delle sue biblioteche, desiderando metterli in un posto sicuro. I romani più eminenti vi costruirono bellissime ville in riva al mare. Gli imperatori della dinastia Giulio-Claudia la visitavano frequentemente e Mecenate vi possedeva una villa. Ad Anzio nacquero gli imperatori Caligola e Nerone. Quest’ultimo fondò una colonia di veterani in città e costruì un nuovo porto, le cui rovine sono tuttora esistenti.

Leggi anche

Scoperto ordigno bellico a Bari sugli scogli a San Giorgio

Fabio Iacolare

Venezia Terminal Passeggeri, chiusa dal 16 marzo al 3 aprile

Fabio Iacolare

Anzio: enograstronomia e cultura, progetto turistico pescato km zero

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.