Diporto

Grand Banks Yachts annuncia l’arrivo del nuovissimo GB54

Grand Banks Yachts annuncia l’arrivo del nuovissimo GB54: il nuovo modello segue le orme degli yacht di successo nella stessa linea — i precedenti GB60 e GB60 Skylounge — che presentavano i semi deformati della firma dell’azienda scafo dislocante.

Il GB54 continua la strategia del costruttore di fornire yacht con scafi robusti e leggeri che offrano un funzionamento efficiente in termini di consumo di carburante a una varietà di velocità, rifiniti con interni eleganti, caldi e sostenibili che sono dotati di un livello di artigianalità senza pari.

Qualsiasi discussione sulle Grand Banks riprogettate deve iniziare con le sue caratteristiche di scafo e prestazioni.

La nuova forma di scafo Grand Banks offre una piattaforma stabile, sicura e confortevole in tutti gli stati del mare, offrendo comunque prestazioni eccezionali a qualsiasi velocità.

A partire dalla fascia bassa di 10 nodi che corrono su una coppia di Volvo Penta D11 da 725 cavalli, ci si aspetta una modesta combustione del carburante di 7 galloni all’ora e una portata superiore a 1200 miglia nautiche.

All’estremità superiore, ma ben timido per l’acceleratore completamente aperto, lo yacht consuma solo 260 litri all’ora di crociera a 25 nodi.

“La nuova Grand Banks 54 è una piattaforma incredibilmente versatile, con qualità e prestazioni impareggiabili.

Incapsula il nostro impegno per la costruzione degli yacht più all’avanguardia sull’acqua oggi e, con la nostra attenzione all’efficienza del carburante e alla sostenibilità, penso che verrà a definire ciò che ci si aspetta dallo yachting negli anni a venire “, afferma Mark Richards, CEO di Grand Banks: “Spinto in gran parte dalla mia esperienza e dal mio coinvolgimento nelle regate veliche di fascia alta – dall’America’s Cup al Sydney To Hobart – e dalla tacita conoscenza e passione del nostro team nei cantieri di fabbrica, abbiamo lavorato duramente per garantire il nostro tecniche di costruzione, design e selezione dei materiali sono all’avanguardia”, spiega il CEO di Gran Banks.

Alta tecnologia e alta potenza

Come la sorella maggiore, la GB54 presenta anche tecniche avanzate di costruzione composita, tra cui uno scafo in vetroresina completamente infuso e ponti e sovrastrutture in fibra di carbonio infusi.

Il risparmio di peso sposta il baricentro verticale dello yacht in basso, fornendo allo yacht maggiore stabilità e comfort in mare.

Per una maggiore resistenza e rigidità dello scafo, una struttura completamente animata è costruita utilizzando schiuma lineare a cellule chiuse in PVC SAN Corecell in aree selezionate, inserita tra le pelli di vetro elettronico multiassiale cucito che viene poi incollato con resina epossidica vinilestere.

Ciò è supportato da pannelli compositi infusi in un robusto sistema a griglia.

Discutendo il lato più tecnico della costruzione del GB54, Mark Richards ha continuato: “Siamo passati alla fibra di carbonio infusa dal ponte, utilizzando la resina vinilestere di massima qualità disponibile per garantire la durata dei nostri Grand Banks Yachts”.

LEGGI ANCHE: Tankoa Yachts riapre il cantiere di Genova dopo il lockdown

“Iniziamo con la nostra forma unica di scafo che sappiamo esibire, quindi assicuriamo di bilanciare VCG e LCG in tutta la nave per mantenere il peso basso e centrato. Non puoi discutere con la fisica, ma puoi usarla a tuo vantaggio “, ha concluso Mark Richards.

Quella qualità di piede sicuro è formata dall’esperienza accumulata di progettazione di Richards che vanta un acclamato avampiede che taglia le onde, uno scafo che rimane nell’acqua piuttosto che calpestarlo, che è completato dall’uso intelligente di materiali high-tech e peso- salvare tecniche di costruzione.

Anche il propulsore Volvo Penta è stato specificamente abbinato al GB54 perché offre un’eccellente coppia di fascia bassa, nonché bassi livelli di rumorosità e vibrazioni. Tutte queste caratteristiche si combinano per ottenere una guida più silenziosa e piacevole per crociere brevi o lunghe.

Il primo scafo del GB54 presenta un layout a due cabine, con cambusa in giù nella sua configurazione standard.

I proprietari avranno la possibilità di portare la cucina al salone che aggiungerebbe una terza cabina a livello di alloggi.

Come per tutte le più recenti Grand Banks Yachts, il design degli interni è contemporaneo senza tendenza moderna, fondendo una tavolozza di colori caldi e tessuti che completano la falegnameria in teak firmata dall’azienda.

“Uno yacht che può navigare in modo efficiente per un migliaio di miglia nautiche dovrebbe avere anche un interno adatto all’attività”, afferma ancora Mark Richards.

“Proprio come lo scafo è costruito sia per lunghi passaggi che per brevi viaggi, così l’interno può accogliere familiari e amici a bordo in tutta comodità, per il giorno, il fine settimana o il mese.

C’è un sacco di spazio e abbiamo progettato i layout in modo che siano facili da aggirare: l’abitacolo e il salone sono a un solo passo di distanza e il livello delle sistemazioni è a soli 3 passi dal salone.

Facile, comodo e divertente

Entrambi i layout beneficiano di una grande area salotto con un divano a forma di L verso il porto, servito da un tavolo da pranzo versatile. Questo divano può raddoppiare come posto di guardia durante un passaggio notturno.

Di fronte c’è una coppia di divanetti in una disposizione a prua e poppa, adatta per una coppia di coppie, servita da un tavolo da cocktail. Dal salone, l’accesso alla cabina di guida avviene attraverso una porta della linea centrale, dove un divano a poppa accoglie i pasti all’aperto.

Le scale sul lato di dritta del pozzetto conducono al flybridge, dove un ponte di poppa a poppa sostiene un tender e una gru per barche standard.

postazione di comando superiore offre sedili standard per il timone e il compagno, mentre un divano a forma di L e un tavolo possono ospitare comodamente altri 6 ospiti.

Il layout a due cabine ha una cucina in giù e presenta una cabina armatoriale a dritta a centro barca. La cambusa si trova a pochi passi dalla passerella dal ponte principale.

Situata al porto, la cucina ha un’atmosfera atrio sotto il parabrezza inclinato, creando uno spazio arioso con luce naturale per lo chef.

Il master ha una testa privata con cabina doccia e una zona spogliatoio con un armadio appeso e abbastanza spazio per una crociera prolungata.

Una cabina ospiti a prua ha l’uso di una testa di Jack-and-Jill, situata al porto, che funge anche da capo diurno della barca.

Il layout a tre cabine posiziona la cucina sul ponte principale sul lato sinistro, di fronte al timone. Il maestro si trova a prua, con una testa privata verso il porto.

Una coppia di cabine ospiti doppie sono a mezza nave in una configurazione side-by-side, separate dal passaggio della linea centrale.

Lo stateroom dell’ospite di dritta ha accesso privato alla seconda testa, che è condivisa attraverso l’accesso del passaggio con il secondo stateroom dell’ospite alla porta.

Questa seconda testa funge anche da testa diurna nella configurazione a tre cabine.

Grand Banks, sinonimo di sicurezza in mare

Come tutti gli yacht costruiti da Grand Banks, la sicurezza in mare è una considerazione progettuale essenziale. Sul GB54, la sicurezza inizia con alti baluardi che avvolgono da metà nave a metà nave intorno al ponte di poppa, e la protezione dagli elementi include un pozzetto coperto con una sporgenza del flybridge e ponti laterali coperti.

Il design del GB54 massimizza la flessibilità per i proprietari e l’equipaggio, consentendo ai proprietari la capacità di gestire la nave in coppia o anche con una sola mano, se del caso.

La visibilità dal timone, una porta del timone sul lato di dritta e il flusso ordinato dalle postazioni del timone al ponte massimizzano la facilità di funzionamento, sia al molo, che catturi un attracco o che faccia cadere l’ancora.

In aggiunta alla facilità di flusso, il ponte principale è a filo dalla cabina di pilotaggio attraverso le scale che collegano i due livelli, con le sistemazioni a livello di soli tre gradini dal salone.

I punti salienti dell’elenco delle attrezzature standard includono un generatore da 15 kW, aria condizionata a ciclo inverso, un centro di intrattenimento, un frigorifero e un congelatore, un tender da 10 piedi con fuoribordo da 30 cavalli e una gru per barche installata sul ponte della barca.

Tutta la tela è adattata alle specifiche del proprietario prima della spedizione. L’elemento più significativo lasciato alla discrezione del proprietario è una scelta di elettronica di navigazione compatibile.

Informazioni su Grand Banks – Con un retaggio rinomato che risale al 1956, Grand Banks Yachts Limited è una società globale ben nota per la sua vasta esperienza nella produzione e vendita di yacht a motore di lusso.

Il marchio Grand Banks è riconosciuto in tutto il mondo per la qualità superiore e l’artigianalità, che ha creato uno degli yacht più acclamati e più ricercati oggi sul mercato.

Grand Banks Yachts Limited ha uffici di vendita con sede in Nord America, Europa e Asia-Pacifico per gestire le nuove transazioni di barche e intermediazione.

Leggi anche

Il nostro direttore responsabile, Davide Gambardella, ospite del programma Live Social su Radio Roma Capitale

Fabio Iacolare

Atene, l’Olympic Yacht Show dall’1 al 4 ottobre 2020

Fabio Iacolare

Baglietto annuncia la vendita dello scafo 10233, 48m T-LINE ad un armatore Sud Americano

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.