Diporto Nautica

Wider inizia la costruzione del suo superyacht full-custom Moonflower 72

Wider Moonflower 72

Durante un’esclusiva cerimonia a Porto Marghera, Venezia, è stata posata la chiglia di Moonflower, il 72 metri full-custom di Wider disegnato da Nauta Design.

Si tratta del primo progetto full-custom dopo la ricapitalizzazione del brand da parte di Marcello Maggi e W-Fin Sarl, la holding che possiede il 100% del capitale di Wider.

Wider, Moonflower 72 nel terzo sito a Porto Marghera

Wider Moonflower 72 -

Oltre al quartier generale ad Ancona e l’imminente inizio delle operazioni nel nuovo cantiere a Fano, Wider ha scelto come terzo sito costruttivo Porto Marghera per la sua posizione privilegiata.




“Venezia, icona mondiale grazie alle sue bellezze artistiche e la sua laguna, ma allo stesso tempo ricca di tradizione marittima e cantieristica, mi ha sempre affascinato,” spiega Marcello Maggi. “Abbiamo scelto il terminal produttivo di Porto Marghera perché questo distretto racchiude tutte le caratteristiche che cercavamo: da una parte spazi adeguati, forti competenze maturate in decenni di attività nella lavorazione dei metalli e dall’altra il fascino culturale e artistico di Venezia. Il tutto suggellato dalla nostra esperienza nella costruzione di yacht. Abbiamo tutti gli elementi per essere sicuri di costruire un prodotto altamente tecnologico”.

Design di Moonflower nel segno di Nauta Design

Il design pulito e lineare di Moonflower, privo di orpelli superflui, è un tratto distintivo di Nauta Design. Proporzioni equilibrate, connessioni esterne/interne senza soluzione di continuità e l’ampio uso del vetro aggiungono leggerezza e grazia visiva. Un punto di forza del design è il concept brevettato “The Island”, una spiaggia di poppa/beach club estensibile con murate abbattibili che abbraccia tre lati dell’area poppiera.




Il Moonflower 72 sarà dotato del sistema di propulsione ibrido di ultima generazione Wider, che comprende due generatori a velocità variabile da 1860kW ciascuno, forniti da MAN Energy Solutions, e un banco batterie al nickel sodio di circa 1MW di FZSoNick.

LEGGI ANCHE: Forge, il nuovo megayacht che sembra un vulcano sull’acqua

Grande attenzione, inoltre, è stata riservata al recupero dell’energia dispersa sotto forma di calore dal sistema di propulsione elettrica, nonché all’ottimizzazione del funzionamento delle dotazioni di bordo per aumentarne l’efficienza. La consegna del Moonflower 72 è prevista nel 2025.

 

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

America’s Cup World Series, Luna Rossa perde la prima regata contro il defender Team New Zealand

Redazione Sport

Luna Rossa Prototype in acqua per il suo primo giorno di navigazione

Claudio Soffici

Bartolozzi e Bonizzoni della Canottieri Garda vincono la regata zonale 29er

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.