Diporto Nautica

Silent 60: il catamarano ad energia solare debutterà a Cannes

catamarano silent 60 cannes energia solare

SILENT-YACHTS ha confermato che il nuovo catamarano elettrico ad energia solare SILENT 60 lanciato di recente, debutterà al prossimo Cannes Yachting Festival 2021.

Il cantiere prevede di organizzare prove in mare durante la kermesse, il catamarano sarà situato a Quai Max Laubeuf. Silent 60 è la prima unità, ma altri otto scafi sono attualmente in costruzione e 17 sono stati ordinati.




Ciò che lo rende ancora più ecologico è che è stato costruito con un’ala di aquilone, un sistema speciale che a differenza degli yacht a vela convenzionali, non richiede un grande albero e la vela del kite genera molta più potenza per metro quadrato di una vela convenzionale. SILENT-YACHTS offre il sistema kite-vela opzionale disponibile per tutti i suoi modelli.

Il catamarano Silent 60: più green di prima

Il SILENT 60 trasporta una leggera vela da aquilone compatta di Wingit, che non richiede un grande albero per issare il kite ed è anche facile da usare. Un’ala di aquilone che opera a tali altezze, genera fino a 10 volte più potenza per metro quadrato di una vela convenzionale. Come funziona il sistema di ala del kite? C’è un box dedicato nella zona di prua del SILENT 60, che contiene il kite (la vela è di 13 mq) comprensivo di tutti i suoi componenti (argani, albero, funi, ecc.). Qui viene memorizzato anche l’intero sistema, quando non è in uso.

LEGGI ANCHE: Ecco Somnio, lo yacht più grande del mondo: il varo nel 2024 – VIDEO

Per lanciare l’aquilone, è sufficiente installare un piccolo albero, alto solo due piedi, con quattro stralli (6 mm Kevlar “corde”) che devono essere fissati a quattro pad-eye pieghevoli (questo dura qualche secondo). Dopo aver tirato fuori l’aquilone, viene pompato con una pompa elettrica che è anche nella scatola (l’operazione richiede solo pochi secondi), accendi il verricello, lancia l’aquilone fuori bordo dove andrà alla deriva con il vento e poi l’aquilone può partire. Quando è in aria, lo sterzo automatico può prendere il sopravvento: la corda di trazione viene rilasciata fino a quando l’aquilone non si trova a più di 120 metri sopra la barca e si avvia per dipingere un enorme “8” nel cielo.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

 

Leggi anche

Marina Militare Nastro Rosa Tour e Oman Sail, nasce la collaborazione

Redazione Sport

Fincantieri verso la costruzione di 4 sommergibili U-212 Nfs per la Marina Militare

Redazione Sport

Liguria 77, la campagna regionale per la valorizzazione del mare

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.