Viaggi e stili di vita

La Costiera Amalfitana non è solo mare: in viaggio sul sentiero degli Dei

La Costiera Amalfitana non è solo mare: in viaggio sul sentiero degli Dei

La Costiera Amalfitana non è solo mare: in viaggio sul sentiero degli Dei, e non si può rinunciare all’opportunità di vederla da un altro punto di vista, passeggiando arrampicandosi per sentieri e mulattiere secolari, che percorrendo valli, boschi e borghi, regalano agli occhi scorci e tradizioni. Il Sentiero degli Dei è un percorso naturalistico lungo circa 9 km situato all’interno della costiera amalfitana, il percorso parte da Agerola per terminare a Positano, una passeggiata immersi nella natura più incontaminata.

L’Hotel Santa Caterina di Amalfi, incastonato nella costiera e posizionato a picco sul mare, unisce il fascino dell’incantevole scenografia naturale della zona al comfort di ambienti dal lusso raffinato.

Una delle caratteristiche della Costiera è l’arrampicarsi dei suoi paesi e strade su per la scogliera, sospesi fra mare e cielo. Amalfi è incantevole da tutte le prospettive: vista dal mare sembra un presepe; passeggiando per le sue stradine avvolge in una calda ed elegante atmosfera; vista dall’alto rivela la sua magnifica posizione, affacciata sul mare e abbracciata dall’omonimo golfo. Da Amalfi parte una strada ripida e tortuosa che porta a quella che è definita la Terra degli Dei e che si può considerare il balcone della Costiera: a 600 m sul livello del mare, in una terra verdissima ricca di boschi e punti panoramici, si snodano diversi sentieri, fra cui quello, più famoso, chiamato Sentiero degli Dei.

In cammino lungo il sentiero degli Dei

Il Sentiero degli Dei negli ultimi anni è divenuto famoso grazie alla sua sky-line tra le più suggestive e famose al mondo che attraversa la costiera amalfitana ricca di macchia mediterranea dove le vite la fan da padrona e cresce lungo la dorsale dei monti Lattari che si tuffano nell’azzurro del mare della costiera da cui è possibile scorgere l’isola di Capri.

Il nome con cui viene chiamato questo percorso naturalistico deriva da fatti storici e leggende secondo le quali le divinità greche passarono proprio di qui per salvare Ulisse dalle sirene che si trovavano sull’isola de Li Galli, anche lo scrittore Italo Calvino descriveva questo sentiero come “quella strada sospesa sul magico golfo delle “Sirene” solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito”, la medesima frase è possibile leggerla anche su mattonelle di ceramica ubicate proprio all’inizio del Sentiero degli Dei.

La bellezza di questo sentiero risiede anche nell’assoluta mancanza della mano dell’uomo, tutto l’intero percorso è cosi come madre natura l’ha concepito e successivamente plasmato nel corso dei secoli, la mano dell’uomo è possibile apprezzarla solo per la presenza di barriere protettive (in alcuni punti) e la presenza di un’ottima segnaletica lungo il percorso. Il Sentiero degli Dei, è ritenuto uno dei sentieri più belli del mondo, che andando da Bomerano a Positano offre scorci panoramici diversificati: dagli affacci a strapiombo sulla Costiera (Amalfi, Positano, fino a Punta Licosa, Capri e Ischia), a profondi valloni con torrenti, pareti rocciose e boschi di castagni, o eremi medievali.

Il Sentiero inizia da una frazione di Agerola (Bomerano) per terminare nella parte alta di Positano (Nocelle), il percorso naturalistico misura una lunghezza di circa 10 km (andata e ritorno) per terminare l’escursione sono necessarie all’incirca 7 ore, un lasso di tempo che può variare in base alla velocità dell’andatura e dal numero di pause che si effettuano durante il percorso, ma eliminando tutte le variabili possiamo dire che l’intera passeggiata non dura più di 7 ore (tra andata e ritorno).

POTREBBE INTERESSARTI: Estate 2020, le 10 spiagge più isolate d’italia secondo i TripAdvisors

Lungo l’intero percorso è possibile trovare terrazze panoramiche da cui ammirare i Faraglioni dell’isola di Capri, Punta Penna, l’isola Li Galli e i Monti Lattari, comode panche in legno per potersi riposare per recuperare le energie rifocillandosi con acqua e qualche spuntino, lungo il percorso sono inoltre presenti diverse sorgenti di acqua fresca e potabile.

La Terra degli dei e i suoi sentieri

È chiamato Terra degli dei il territorio di Agerola, a 600 m dal livello del mare, incastonata fra i Monti Lattari e attraversata da 60 km di suggestivi sentieri. Oltre al Sentiero degli Dei ne esistono altri davvero suggestivi.

Il Circuito Tre Calli parte e arriva a Bomerano scalando il Monte Tre Calli e dalla vetta offre una vista a 360 gradi sul Golfo di Salerno, la Penisola Sorrentina, Capri.

Altro circuito ad anello è quello chiamato Convento di Cospiti, che partendo da San Lazzaro raggiunge i resti di un convento medievale e gode di una veduta a strapiombo sulla costiera.

Sentieri da percorrere sopra ad Amalfi sono il Borgo degli dei e la Corona degli dei, entrambi nei pressi di Bomerano e con belvedere a picco sulla costa.

La vista arriva fino a Punta Campanella, l’area naturale marina situata di fronte a Capri, dall’itinerario del Generale: così chiamato dai resti del Castello del Generale Avitabile, situati in un verde parco posto come una terrazza sulla costa in località San Lazzaro. Nei pressi di San Lazzaro si snoda anche l’itinerario del castello: via Miramare conduce fino alla Punta di San Lazzaro e al Castello Lauritano. La vista si spinge fino ad Amalfi, Ravello e Punta Licosa nel Cilento.

LEGGI ANCHE: Dopo la Riserva dello Zingaro, a fuoco una parte del Sentiero degli Dei

La zona di Agerola è rinomata anche per le sue specialità e tradizioni gastronomiche, che vanno ad aggiungersi a quelle che vengono dal mare: Provolone del Monaco dop, provola affumicata, fior di latte, salame e pancetta, pane biscottato e taralli di Agerola, pera pennata, mela limoncella, castagne e noci.

 

Leggi anche

San Valentino di puro romanticismo tra i bagliori di 87 candele

Fabio Iacolare

Mare e musica, ecco i vincitori del Premio Città di Loano 2020

Fabio Iacolare

Venezia, 34 opere d’arte andranno ad arricchire le collezioni di Ca’ Pesaro

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.