Diporto Nautica

Azimut Seadeck, la nuova gamma di lusso che riduce le emissioni del 40%

azimut seadeck

Azimut Seadeck si presenta con un obiettivo ambizioso se non impossibile che, come riportato da Giovanna Vitelli, Presidente del Gruppo Azimut-Benetti, mira a creare “una nuova gamma di imbarcazioni capaci di ridurre le immissioni di CO2 del 40% nel loro normale utilizzo durante le crociere dei loro armatori”.

Il cantiere parla di gamma, non riferendosi quindi a megayacht destinati ad armatori senza limiti di budget, ma a barche da realizzare in serie anche in ottica di sostenibilità e di propulsione alternativa. Le barche in questione, i Seadeck 6, 7 e 8 saranno lunghi dai 18 ai 24 metri e rientreranno comunque nella categoria degli yacht di lusso.

La nuova frontiera di Azimut Seadeck

Per raggiungere questo obiettivo incredibile, Azimut ha lavorato su tre fronti: propulsioni, materiali e disegno delle carene. “Tante singole aree di lavoro che nel complesso rendono possibile questa transizione – ha raccontato Federico Lantero, Head of Product Design di Azimut Yachts, in occasione della presentazione di Seadeck. “Per contenere il peso utilizzeremo carbonio su ben il 40% delle superfici delle barche. L’obiettivo non è tanto raggiungere maggiori velocità, quanto piuttosto contenere i consumi. Questi, grazie, anche al nuovo disegno delle carene che consento di planare prima e l’utilizzo di propulsioni con i Pod IPS della Volvo Penta, scenderanno del 30% rispetto alle barche tradizionali”.




A bordo verranno installati anche pannelli solari, scambiatori che sfrutteranno il calore prodotto dai propulsori per riscaldare l’acqua destinata all’uso di bordo, climatizzatori a basso consumo e vetri con protezione UV che mirano a ridurre proprio la necessità di rinfrescare gli ambienti interni.

Degli accumulatori a ricarica veloce renderanno i Seadeck autonomi per otto ore in rada all’ancora in “hotel-mode”. Per la costruzione verranno impiegati il sughero e il PET, che sostituiranno il legno di teak e il PVC per la coperta. E ancora, per gli arredi sono stati scelti tessuti ricavati da materie riciclato e tutto il legno utilizzato è certificato FSC, cioè di origine controllata, proveniente da foreste gestite i maniera responsabile.

LEGGI ANCHE: A Ventimiglia il primo salone dedicato a water toys e tenders

Complessivamente, questa nuova gamma in arrivo proietterà Azimut verso prospettive interessanti e futuristiche. Un sottile labile, quello tra scienza e fantascienza, che il cantiere ha deciso di cavalcare alla ricerca della sostenibilità. Un gioco di incastri che, al momento, sembra aver dato esito positivo.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Otam Yacht, i due nuovi modelli pronti per essere consegnati in primavera

Fabio Iacolare

A Mauro Pelaschier l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Fabio Iacolare

Defibrillatore in barca a vela: un corso per New Sardiniasail a Cagliari

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.