Nautica Sport

Il club di New Zealand contro il suo team: azione legale se la Coppa America va all’estero

il club di new zealand azione legale contro la sua squadra

Il Royal New Zealand Yacht (RNZYS), club detentore della Coppa America, sarebbe pronto a un’azione legale contro la sua stessa squadra, se Team New Zealand decidesse di portare la sfida per l’America’s Cup fuori dalle acque di Auckland e della Nuova Zelanda.

A rendere nota la posizione del Royal New Zealand Yacht è stata la tv neozelandese 1News che cita fonti interne al club. Nella storia della Coppa America non sono mancate le battaglie legali, ma questa sarebbe la prima volta che si ricorrerebbe alle carte bollate all’interno dello stesso team con il club e il gruppo di velisti schierati su fronti diversi.




Il Royal New Zealand Yacht ritiene che, secondo il Deed of gift, il detentore del trofeo sarebbe il club, quindi loro, e non il sailing team, ovvero Team New Zealand. Quindi secondo il club dovrebbero essere loro ad avere l’ultima parola su dove difendere il titolo.

Quali sono gli scenari per la prossima Coppa America

Al momento, ufficialmente, le trattative tra Team New Zealand e il Governo neozelandese per tenere in casa le sfide della prossima Coppa sono ancora in corso e l’esito finale si saprà solo il 17 giugno, quando scadranno i 90 giorni dalla vittoria del trofeo. Finora sono state numerose le voci intorno alla trattativa. Secondo la stampa locale, il Governo avrebbe offerto 100 milioni di dollari neozelandesi, tra cash e infrastrutture. Il team vorrebbe almeno il doppio. Intanto le ipotesi più quotate sono una Coppa in Inghilterra, non è chiaro se solo con Ineos che è il Challenger of record o con tutti i team, oppure una sfida nella acque di Doha in Medio Oriente.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Portacontainer Jolly Vanadio, è record al Porto di Ravenna per la nave da 240mt

Fabio Iacolare

Youth Foiling Gold Cup: vince DutchSail, quarto posto per Young Azzurra

Redazione Sport

In zona rossa si può pescare. La nota del Dipartimento per lo sport chiarisce le FAQ

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.