Nautica Sport

Presenti le barche del Museo del Mare alla Brindisi-Corfù

museo del mare

Il Circolo della Vela e Fondazione del Mare hanno raggiunto l’intesa che porterà le barche del circuito Museo del Mare alla Brindisi-Corfù del prossimo anno. Nino Caso, presidente dell’associazione sportiva, e Alessandro Maruccia, presidente della fondazione, si sono trovati nella Casa del Turista, a pochi passi dal villaggio di regata allestito sul lungomare Regina Margherita, dove si svolgono tutte le attività collaterali alla competizione, al via tra pochissimi giorni.




Promuovere passione per la vela con il Museo del Mare

«La Brindisi Corfù”, ha fatto sapere Caso, “ancora deve partire il 12 giugno con la sua trentaseiesima edizione ma stiamo già lavorando per la trentasettesima. Il numero uno del circolo brindisino, infatti, ha specificato che per l’organizzazione di un simile evento sportivo sia necessario comunque tanto tempo perché ci sono molte cose da fare». Ed è in questo contesto che nasce il binomio con il Museo del mare: «Qualche mese fa ha proseguito il numero uno del circolo brindisino Alessandro Maruccia ci ha proposto questo gemellaggio, per poter iniziare una collaborazione cercando di far partecipare alla regata delle parche non nuovissime né molto vetuste che però hanno dietro tanti anni di navigazione ed una loro storia».

È stato ricordato, inoltre, come il museo sia nato dall’ispirazione dell’impresa di Bernard Moitissier, che nel 1968 ha compiuto un giro e mezzo del mondo, dando l’ispirazione futura a Maruccia, che ha successivamente delineato le rotte su cui si muove la fondazione, ente no profit pensato per la promozione della cultura del mare e in generale sulla blue economy, intesa come insieme di aspetti che uniscono economia e mare.




LEGGI ANCHE: RS21 Cup Yamamay, da oggi a Rimini il terzo appuntamento

Scopo del Museo, pertanto, è quello di raccogliere quante più possibili imbarcazioni di rilevanza storica, partendo dagli anni ’90 e andando poi a ritroso. Si tratta di barche presenti nei porti e che il presidente della Fondazione definisce vive e naviganti. Questa saranno coinvolte per far crescere l’evento di Brindisi e l’interesse per la barca a vela. Non a caso, si tratta di barche che hanno anche preso parte alla Brindisi-Corfù, vincendola perfino in qualche caso.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Lanzarote, penultimo giorno di regate 49er: Tokyo appesa a un filo

Redazione Sport

Ciao Pais e Nembo II vincono l’VIII Trofeo Principato di Monaco a Venezia

Redazione Sport

Gruppo Antonini firma il protocollo Il Miglio Blu – La Spezia per la Nautica

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.