Località di mare

La Goletta Verde nelle acque di Termoli, inquinata la foce del Sinarca

La Goletta Verde di Legambiente a Termoli, inquinata la foce del Sinarca

La Goletta Verde ormeggia in questi giorni nelle acque di Termoli, e tra i vari controlli delle acque è risultata inquinata la foce del Sinarca su tutti e  tre punti del litorale molisano monitorati.

Sono nei limiti la foce del Trigno a Montenero di Bisaccia e la spiaggia del lungomare nord di Termoli all’altezza della rotatoria. Migliorati, quest’anno, i dati relativi alle spiagge molisane e all’inquinamento.

Questo è quanto emerso oggi dalla conferenza stampa di Legambiente nel porto turistico della città con Manuela Cardarelli, responsabile del Molise, Giusi De Castro, del Comitato scientifico dell’associazione, gli assessori comunali Rita Colaci e Silvana Ciciola e una rappresentante di ‘Fridays for Future‘. A causa dell’emergenza sanitaria la storica imbarcazione non ha potuto effettuare il tour estivo.

Ecco i risultati: inquinata la foce del Sinarca

“La situazione molisana, in particolare quella delle foci dei fiumi, non ci riserva molte sorprese – ha detto Cardarelli – Persiste, purtroppo, una effettiva criticità sulla foce del Sinarca, lo scorso anno oggetto di un flashmob per lanciare alle amministrazioni un messaggio preciso: il tema della depurazione deve essere affrontato con coraggio e determinazione per mettere in campo interventi concreti”.

La questione riguarda anche e soprattutto i Comuni dell’entroterra. Cardarelli ha sottolineato l’esigenza di maggiori controlli e la carenza di cartellonistica.

LEGGI ANCHE: Termoli, i balneari investono in sicurezza: arrivano i defibrillatori in spiaggia

“Il divieto di balneazione è presente solo alla foce del Sinarca – ha fatto presente De Castro – E’ arrivato il momento di attivare in Molise una nuova politica sulla depurazione che renda indipendenti gli investimenti sugli impianti dai fondi strutturali europei o nazionali”.

Legambiente auspica una gestione unica del più ampio servizio idrico integrato con la formazione di un soggetto gestore unico e pubblico ricorrendo alla formula dell’affidamento “in house”. L’assessore all’Ambiente del Comune di Termoli Colaci ha annunciato un’attività di rimboschimento del territorio di cui è stato già approvato il regolamento e un’azione sinergica con gli altri comuni del Basso Molise riguardo l’inquinamento del Sinarca per snidare sversamenti e discariche abusive.

Leggi anche

Catania Summer Fest 2020, un calendario di alto livello artistico

Redazione

Albenga, alla Lega Navale la scuola di pesca agonistica per ragazzi

Redazione

Fino a domenica il pattugliatore Spica della Marina Militare nel porto di La Valletta a Malta

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.