Diporto Nautica Video nautica

ISA Yachts Continental 80: costruzione ben avviata – VIDEO

ISA CONTINENTAL 80

ISA Yachts, marchio di Palumbo Superyachts, leader nella costruzione e commercializzazione di superyachts custom e semi custom, conferma che la costruzione dello scafo in acciaio di ISA CONTINENTAL 80 metri procede spedita in linea con il programma di produzione prefissato.

L’attività di allestimento è prevista a partire da gennaio 2022 con una potenziale consegna ad Armatore ad inizio 2024. Enrico Gobbi di Team for Design ha disegnato le linee esterne, mentre l’ingegneria è a cura di Palumbo Superyachts.




La costruzione è un progetto “on spec” avviato e finanziato da Palumbo Superyachts per abbattere i tempi di consegna ed offrire una piattaforma navale consolidata modulabile fra i 70 e gli 80 metri di lunghezza. Il marchio ISA è da sempre sinonimo di eccellenza e qualità e ne sono dimostrazione i 35 superyacht, fra i 30 ed i 66 metri, consegnati dal 2002 fino ad oggi.

Palumbo Superyachts può contare su un network di 5 cantieri distribuiti nel Mediterraneo (Ancona, Savona, Napoli, Marsiglia e Malta) in grado di fornire agli Armatori un servizio professionale che spazia dalla progettazione alla realizzazione, fino al supporto ‘after sales’ ed all’assistenza per ogni attività di manutenzione e refit.

Isa Continental 80: yacht architettonico e linee filanti

Il progetto ISA CONTINENTAL 80 è uno yacht molto architettonico con volumi ben bilanciati e linee ‘filanti’. Il suo design esterno è evidenziato da finestrature squadrate e rigorose che attribuiscono incredibili viste panoramiche a tutte le principali aree interne.




Un dettaglio distintivo è dato dalle terrazze nella sezione centrale della barca; in particolare quella sull’Upper Deck sembra un vero e proprio balcone che contribuisce ad inondare di luce il salone.
Illuminatissimi sono anche altri punti strategici come: la gym nello Sky-lounge e i saloni nell’Upper e Main Deck. Altra caratteristica emblematica di questo yacht è la piscina-infinity di poppa. Di forma rettangolare, sfrutta la larghezza dello yacht e si distingue per la sua parete di contenimento di poppa formata da 2 lastre in vetro in mezzo alle quali l’acqua scorre a cascata.

LEGGI ANCHE: Mangusta Oceano 50: venduta negli USA la seconda unità

Così disposta, la piscina lascia ampio spazio a grandi prendi-sole e attività conviviali trasformando questa zona del Main Deck in un’estensione della vera e propria beach area a cui è collegata dalle scale. L’Upper Deck può essere considerato un vero e proprio ponte-armatore con il salotto e le zone living a poppa e la suite armatoriale a prua.

Dotato anche di touch-&-go landing, permette a chi atterra in elicottero di accedere direttamente alle aree armatoriali nella massima privacy.
Gli interni saranno a cura di Luca Dini Design & Architecture e prevedono 7 cabine per ospitare fino a 12 passeggeri assistiti da 19 membri di equipaggio alloggiati in 10 cabine.
Lo yacht è dotato di due motori MTU 16V4000M63L che lo portano a raggiungere 17 nodi di velocità massima e 12 nodi di velocità di crociera con un’autonomia di 6.200 miglia nautiche.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Vendée Globe, per Giancarlo Pedote il Pacifico è vicino

Davide Gambardella

Canottaggio, assegnati i tricolori di fondo in doppio e quattro senza

Redazione Sport

Federvela, Tartaglini: “Stop a compartimenti stagni, esploriamo ogni aspetto”

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.