Diporto Nautica Video nautica

ISA Yachts Continental 80: costruzione ben avviata – VIDEO

ISA CONTINENTAL 80

ISA Yachts, marchio di Palumbo Superyachts, leader nella costruzione e commercializzazione di superyachts custom e semi custom, conferma che la costruzione dello scafo in acciaio di ISA CONTINENTAL 80 metri procede spedita in linea con il programma di produzione prefissato.

L’attività di allestimento è prevista a partire da gennaio 2022 con una potenziale consegna ad Armatore ad inizio 2024. Enrico Gobbi di Team for Design ha disegnato le linee esterne, mentre l’ingegneria è a cura di Palumbo Superyachts.




La costruzione è un progetto “on spec” avviato e finanziato da Palumbo Superyachts per abbattere i tempi di consegna ed offrire una piattaforma navale consolidata modulabile fra i 70 e gli 80 metri di lunghezza. Il marchio ISA è da sempre sinonimo di eccellenza e qualità e ne sono dimostrazione i 35 superyacht, fra i 30 ed i 66 metri, consegnati dal 2002 fino ad oggi.

Palumbo Superyachts può contare su un network di 5 cantieri distribuiti nel Mediterraneo (Ancona, Savona, Napoli, Marsiglia e Malta) in grado di fornire agli Armatori un servizio professionale che spazia dalla progettazione alla realizzazione, fino al supporto ‘after sales’ ed all’assistenza per ogni attività di manutenzione e refit.

Isa Continental 80: yacht architettonico e linee filanti

Il progetto ISA CONTINENTAL 80 è uno yacht molto architettonico con volumi ben bilanciati e linee ‘filanti’. Il suo design esterno è evidenziato da finestrature squadrate e rigorose che attribuiscono incredibili viste panoramiche a tutte le principali aree interne.




Un dettaglio distintivo è dato dalle terrazze nella sezione centrale della barca; in particolare quella sull’Upper Deck sembra un vero e proprio balcone che contribuisce ad inondare di luce il salone.
Illuminatissimi sono anche altri punti strategici come: la gym nello Sky-lounge e i saloni nell’Upper e Main Deck. Altra caratteristica emblematica di questo yacht è la piscina-infinity di poppa. Di forma rettangolare, sfrutta la larghezza dello yacht e si distingue per la sua parete di contenimento di poppa formata da 2 lastre in vetro in mezzo alle quali l’acqua scorre a cascata.

LEGGI ANCHE: Mangusta Oceano 50: venduta negli USA la seconda unità

Così disposta, la piscina lascia ampio spazio a grandi prendi-sole e attività conviviali trasformando questa zona del Main Deck in un’estensione della vera e propria beach area a cui è collegata dalle scale. L’Upper Deck può essere considerato un vero e proprio ponte-armatore con il salotto e le zone living a poppa e la suite armatoriale a prua.

Dotato anche di touch-&-go landing, permette a chi atterra in elicottero di accedere direttamente alle aree armatoriali nella massima privacy.
Gli interni saranno a cura di Luca Dini Design & Architecture e prevedono 7 cabine per ospitare fino a 12 passeggeri assistiti da 19 membri di equipaggio alloggiati in 10 cabine.
Lo yacht è dotato di due motori MTU 16V4000M63L che lo portano a raggiungere 17 nodi di velocità massima e 12 nodi di velocità di crociera con un’autonomia di 6.200 miglia nautiche.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Pesca all’orata: tecniche, esche e montature per la cattura

Redazione

Sanlorenzo Yacht offre lavoro, ecco come candidarsi

Fabio Iacolare

Fase 2, via libera alle linee guida per il charter nautico

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.