Nautica Sport

Campionati Europei, oro per Tita-Banti nei Nacra 17

campionati europei

Si concludono i Campionati Europei in Danimarca con la stessa giornata di prove per le discipline olimpiche degli Skiff Maschile e Femminile e del Catamarano Foiling: dopo il rallentamento di ieri nel programma a causa del vento eccessivo, è ora tempo di medaglie.

Per gli italiani è subito festa nei Nacra 17, quando alle undici termina la prima delle due prove di flotta in programma prima della Medal Race: ancora un primo posto per la coppia Tita-Banti significa, infatti, la vittoria del Campionato Europeo del Catamarano Misto Olimpico Foiling: la coppia azzurra si impone sugli inseguitori con un netto di 21 punti contro gli 86 dei neozelandesi e i 93 dei finlandesi. Completano il podio Continental Ugolini e Giubilei, con il quarto posto che è sempre azzurro grazie ai risultati di Bissaro e Frascari.




Gli altri piazzamenti ai Campionati Europei

Grandi soddisfazioni arrivano per la Squadra Italiana dallo Skiff Femminile 49er:FX. In quel di Aarhus l’equipaggio composto dalla coppia Germani – Bertuzzi ottiene infatti il bronzo Europeo (quinte nel trofeo Open). Le ragazze azzurre hanno dimostrato ottima solidità nel corso delle qualifiche e delle finali e hanno chiuso infine con un’ottimo secondo posto in Medal Race, in pieno controllo sulle spagnole che inseguivano.

“Siamo soddisfatti, negli ultimi mesi in molte specialità diverse stiamo cogliendo ottimi risultati a eventi Internazionali di massimo rilievo. La Squadra dimostra di essere in crescita, soprattutto sotto il profilo della solidità, e con un buon ricambio”, ha dichiarato il Direttore Tecnico Michele Marchesini. “Mi complimento personalmente con i tre equipaggi sul podio oggi, in particolare mi concentro sul risultato dello Skiff Femminile dove evidentemente il lavoro impostato sta pagando e siamo sul binario corretto per tornare ai vertici dopo qualche anno di ricostruzione. Germani e Bertuzzi Bronzo Europeo sono un’ottima conferma di quanto già visto a Palma e Hyeres, guardiamo avanti”.

“Disputare con condizioni meteorologiche estremamente varie e impegnative i Campionati Europei, soprattutto per le nostre Classi acrobatiche, e raccogliere tre medaglie denota una grande maturità da parte della nostra squadra. Siamo a metà stagione e credo che il bilancio sia davvero positivo. Il livello dei nostri atleti si sta sempre più consolidando verso l’alto”, ha aggiunto il presidente Ettorre. “Il conseguimento del doppio podio nei Nacra, senza dimenticare il quarto posto di Bissaro – Frascari, e il podio di Germani – Bertuzzi, denotano l’ottima preparazione svolta nei mesi invernali e la gestione di questa prima metà di stagione. Certamente il Campionato Europeo non era l’obiettivo principale, ma ci consente di guardare con grande fiducia agli obiettivi realmente da centrare. L’eccellenza della vela, in tutte le sue declinazioni, sta parlando italiano. Un percorso che è iniziato anni fa e che ci permette di raccogliere dei frutti meritati. Grazie agli atleti, ad Direttore Tecnico Michele Marchesini, ai nostri Tecnici, ai Circoli, ai Gruppi Sportivi Militari e a quanti facciano parte di questa filiera virtuosa: non posso che complimentarmi con tutti per il raggiungimento di questi obiettivi che continuano una scia di successi davvero rilevante per il nostro sport. I nostri atleti sono il vero patrimonio della vela nazionale e dobbiamo tutti aiutarli a raggiungere gli obiettivi più grandi.”

I risultati dei 49er

La classifica finale del Campionato Europeo:
1° Botin – Trittel Paul (ESP)
2° Lambriex – Van de Werken (NED)
3° Peters – Sterritt (GBR)

Gli italiani in gara nella classifica del trofeo open:
23° Ferrarese – Chistè (ITA)
25° Anessi – Gamba (ITA)
29° Crivelli Visconti – Calabrò (ITA)

Il tecnico FIV Gianmarco Togni: “Oggi altra giornata difficile, meno vento ma complesso nella sua interpretazione. Purtroppo i ragazzi non sono riusciti a tirare la zampata giusta. Sono comunque positivo perchè Ferrarese – Chistè hanno disputato il loro primo Campionato Europeo insieme e sono arrivati nei primi venti dimostrando una certa potenzialità, ho visto tante cose fatte bene, c’è necessariamente da lavorare, ma sono contento.. Anessi – Gamba sono freschi, hanno poca esperienza ma in questo appuntamento hanno dato il meglio di loro disputando probabilmente la loro migliore regata, hanno iniziato a regatare con maturità, devono riuscire a dare costanza. Crivelli – Calabrò invece avrebbero dovuto dare di più perchè sono maturi e questo per loro, come per tutti, era un appuntamento importante nella stagione e mi sarei aspettato una risposta più concreta.”

I 49er:FX

La classifica finale del Campionato Europeo:
1° Aanholt – Duetz (NED)
2° Bobeck – Netzler (SWE)
3° Germani – Bertuzzi (ITA)

Le italiane in gara entro il 15° posto:
7° Stalder – Speri (ITA)
Le altre:
27° Passamonti – Fava (ITA)
30° Omari – Carraro (ITA)
31° Giunchiglia – Schio (ITA)
42° Sicouri – Marchesini (ITA)

Jana Germani: “Chiudiamo i Campionati Europei in terza posizione. Siamo molto felici e soddisfatte. È stata una settimana dura e lunga ma alla fine il risultato è arrivato. Dopo Giulia conti e Francesca Clapcich finalmente il 49er:FX italiano ha un trend positivo e siamo felici di poterlo condividere con il loro stesso allenatore Gianfranco sibello, il quale ringraziamo molto. Siamo giovani è abbiamo ancora molto da migliorare ma questa è la strada giusta. Un grazie anche alla Federazione Italiana Vela e a tutti quelli che ci sostengono.”




Il tecnico FIV Gianfranco Sibello: “Una giornata molto complicata: vento instabile con molti buchi e salti imprevedibili. Le ragazze hanno dovuto davvero faticare molto, hanno perso un po’ di punti in classifica nelle due prove in mattinata ma in Medal Race sono riuscite a mantenere la calma e portare a casa questo bronzo europeo davvero importante per il loro percorso, e per il futuro. E’ necessario creare solidità su questo genere di Medal Race dove ti giochi qualcosa, bisogna imparare a gestirle e a saperle giocare. Complimenti anche a Stalder – Speri che hanno disputato una splendida giornata e che per soli due punti non sono riuscite a entrare in Medal Race, veramente sfortunate. Siamo molto stanchi ma contentissimi della medaglia e di questa settimana in generale. Ci rivedremo al Mondiale ancora più carichi.”

Nacra 17, Tita-Banti dominano i Campionati Europei

La classifica finale del Campionato Europeo:
1° Tita – Banti (ITA)
2° Kurtbay – Keskinen (FIN)
3° Ugolini – Giubilei (ITA)

Gli altri italiani in gara:
4° Bissaro – Frascari (ITA)
14° Porro – Dezulian (ITA)

Ruggero Tita – Caterina Banti: “Siamo davvero molto contenti, questa dei Campionati Europei è stata una settimana molto lunga ma ci sentiamo di dire che l’abbiamo dominata perchè se nella vela ci fosse un record da verificare credo che nessuno abbia vinto un Campionato Europeo con così pochi punti e così tanto distacco sul secondo. Il campo di regata era molto difficile con vento oscillante, però siamo sempre stati veloci e anche dalla parte giusta. Questa settimana è risultata davvero ottima. Siamo super felici di condividere il podio con Ugolini e Giubilei perchè se lo meritano e hanno lavorato davvero sodo.”

Maria Giubilei: “Siamo felicissimi e soddisfatti perchè Aarhus è un posto davvero difficile per regatare. Non è stato un Campionato Europeo semplice e davvero molto faticoso però abbiamo saputo mantenere la concentrazione su ogni prova dall’inizio fino alla fine. Siamo riusciti a mantenere quella costanza che ha costruito una buona classifica. La Medal Race è stata molto difficile per il poco vento con oscillazioni e buchi. Felici per noi e per la squadra e carichi per il Mondiale in Canada. Ora ci riposiamo e ci laureiamo io tra tre giorni e Gigi tra dieci!”

Vittorio Bissaro: “Vincere la Medal Race è sempre un bel modo di concludere i Campionati; di questo siamo entrambi molto contenti. Ci siamo giocati bene la regata, abbiamo cercato di interpretare al meglio ogni salto di vento ed effettivamente, un pezzetto alla volta siamo riusciti a salire in vetta alla prova. C’è rammarico per come è andato il Campionato Europeo. Abbiamo fatto delle modifiche al nostro modo di regatare e alla barca negli ultimi giorni che ci hanno fatto capire che saremmo potuti andare meglio di così. Sono ancora giorni molto acerbi per questa nuova classe e ancor di più per noi soprattutto perchè Maelle soffre ancora per il suo infortunio che ha avuto in primavera e che non ci ha permesso di mettere ore in barca. Vedere che nonostante tutto siamo lì a giocarci le regate dà soddisfazione. Felice adesso di staccare un attimo e tornare in acqua a Marsiglia e felice per la squadra italiana che in ogni regata dimostra di essere unica nella storia.”




LEGGI ANCHE: Salò Sail Meeting, al via la 37esima edizione sul Garda

Il tecnico FIV Gabriele Bruni: “E’ stata una trasferta molto bella, i ragazzi italiani del Nacra 17 hanno vinto tutte le prove tranne due a prova di come questa squadra sia arrivata concentrata a questo appuntamento. Bissaro – Frascari hanno vinto la Medal Race come era già avvenuto a Kiel, quindi hanno chiuso in bellezza al quarto posto. Tita – Banti hanno vinto con uno score impressionante e hanno dimostrato ottima velocità e ottima conduzione delle regate sia con vento instabile che costante. Ugolini – Giubilei mi sono piaciuti perchè sono riusciti a raddrizzare un Campionato Europeo che non era cominciato benissimo e hanno saputo gestire anche la tensione di essere sul podio in mezzo a atleti molto forti; hanno confermato quindi un ottimo stato di forma. Proseguiamo con gli allenamenti in previsione dei prossimi Campionati del Mondo in Canada.”

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Si chiudono i Mondiali Femminili ILCA 6, azzurre lontane dal podio

Claudio Soffici

El Moro vince l’Autunno Inverno Salodiano 2021-2022

Redazione Sport

Italia Cup Formia, la classifica dopo la seconda giornata

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.