Nautica

Shipping, ECSA: “L’industria navale dipende da un tipo di commercio libero”

Shipping, ECSA: "L'industria navale dipende da un tipo di commercio libero"

Shipping, ECSA: “La pandemia di COVID-19 ha causato e sta ancora causando diffuse distruzioni economiche e sociali che l’Europa e il resto del mondo hanno urgentemente bisogno di minimizzare e riparare”, ha commentato il segretario generale dell’ECSA, Martin Dorsman.

“In quanto importante partner commerciale globale, l’UE deve agire rapidamente per ringiovanire l’economia europea, proteggere e creare occupazione e mostrare la leadership nel processo di ripresa globale. L’attuale crisi ha dimostrato l’importanza intrinseca e vitale del commercio globale con l’Europa, i suoi cittadini e le sue società “.

Shipping, l’industria navale dipende da un sistema commerciale multilaterale

Come attore chiave nel commercio mondiale, l’industria navale dipende da un sistema commerciale multilaterale libero, aperto e globale, che era già stato messo in discussione prima della pandemia. L’ECSA si compiace pienamente dell’avvio della revisione della politica commerciale e condivide l’obiettivo della Commissione europea di “una forte politica commerciale e di investimento dell’UE per sostenere la ripresa economica, creare posti di lavoro di qualità, proteggere le imprese europee da pratiche sleali in patria e all’estero”.

Dorsman ha aggiunto: “A livello europeo, dobbiamo costruire un’economia dell’UE resiliente e sostenibile. A livello globale, l’UE deve guidare la riforma dell’Organizzazione mondiale del commercio non solo per creare opportunità commerciali per l’Europa, ma anche per migliorare le condizioni di parità per le imprese e i cittadini europei che sono attualmente indeboliti “.

A tal fine, l’ECSA prende atto e sostiene la proposta di istituire un “responsabile dell’esecuzione” per garantire il rispetto e l’attuazione degli impegni assunti tra l’UE e i terzi partner.

LEGGI ANCHE: Marittimi, l’ECSA lancia il video Every Shipment Counts

“L’industria marittima europea non vede l’ora di partecipare attivamente ai processi di consultazione e collaborerà con la Commissione europea per fornire tutti i contributi necessari dai nostri punti di vista”, ha continuato Dorsman.

Leggi anche

Turismo nautico in Italia: incertezza sull’estate alle porte

Fabio Iacolare

Cultura: prosegue il viaggio “alla scoperta della Rus’ di Kiev”

Fabio Iacolare

Confindustria Taranto, nel Porto si va verso un cluster di imprese locali

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.