Diporto Nautica

Wing 100, il superyacht a vela che rievoca i galeoni spagnoli

wing 100

Il cantiere olandese Royal Huisman ci riporta indietro nel tempo, all’epoca dei galeoni spagnoli, con Wing 100, progetto di quella che potrebbe essere la barca a vela più grande mai costruita dal cantiere.

La barca è supertecnologica: a bordo, infatti, l’uomo ha molto poco da fare, essendo tutto elettronico e servo assistito.




Il progetto ecosostenibile di Wing 100

Wing 100, disegnata da Dykstra Naval Architects e Mark Whiteley Design, non possiede motori, ma si pensa che due motori elettrici potrebbero essere inseriti quantomeno per le manovre in porto. La barca è quindi pensata per la navigazione a vela, che potrebbe raggiungere un massimo di 24 nodi di velocità, facendo così invidia alla maggior parte dei superyacht.

Al posto dei mega generatori, si trova a bordo una vera e propria centrale elettrica alimentata da due idrogeneratori che funzionano con eliche che si muovono grazie allo scorrimento dell’acqua sotto lo scafo: questi producono fino a 200 kW nella navigazione a vela.

A questo si aggiungono 480 metri quadrati di pannelli fotovoltaici sul ponte di coperta, che possono generare 250 kw al giorno. Secondo un breve calcolo, paragonando Wing 100 con un altro megayacht, comprendiamo come il primo sia in grado di risparmiare 225.000 litri di gasolio all’anno.

LEGGI ANCHE: Sanlorenzo presente al Boot di Düsseldorf con il 28 metri SD90

L’idea alla base dei dirigenti del Royal Huisman è quello di attirare l’attenzione di quegli armatori interessati a un megayacht ma che vorrebbero qualcosa di più ecologico di uno yacht a motore. Il Wing 100 è dotato di due alberi autoportanti e rotanti che possono disporsi a filo di vento per ottimizzare lo scorrimento di questo sulla vela.

La barca è completamente personalizzabile ed è stata pensata per ospitare 12 ospiti e 17 persone di equipaggio. Il layout si articola su tre ponti, dal ponte garage a quello del fly.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Oltre 450 velisti colorano la quinta prova dell’Invernale di Roma

Claudio Soffici

Omicidio nautico: dopo due mesi da dimenticare torna il dibattito

Redazione

A Viareggio, incontro dei primi soci Golden Isyl

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.