Diporto Nautica

Widercat 92: il catamarano green presentato all’Expo di Dubai

widercat 92

É stato presentato a Dubai, durante la settimana delle Marche di Expo 2020 e in anteprima mondiale, il catamarano Widercat 92 da diporto. L’imbarcazione è stata prodotta con materiale composito ed è a propulsione ibrida. Si tratta di un progetto made in Marche che appartiene a Luca Dini Design ed è stato sviluppato con il Centro Sile Wider.

Widercat 92: la nautica parla green

Il catamarano è lungo 28 metri e largo 12 e, grazie al suo sistema di propulsione, raggiunge i 12 nodi di velocità di navigazione. Questa può essere implementata fino a 15 grazie all’electric boost. Inoltre, l’energia fornita dai 170 pannelli solari viene immagazzinata nella batteria e utilizzata nelle ore notturne. Sono previste, inoltre,  diverse varianti di disposizione degli interni. Widercat 92 fa parte della produzione della Wider di Fano, caratterizzata da design, sostenibilità e tecnologia.

Alla presentazione erano presenti, oltre a Marcello Maggi, presidente di Wider, e Fabio Fraternale,  in qualità di CEO, anche il vicepresidente e assessore alle Attività produttive delle Marche, Mirco Carloni. Quest’ultimo ci ha tenuto a sottolineare l’importanza della regione come luogo di eccellenza nella costruzione di imbarcazioni di lusso.




Una tradizione che dura da 70 anni e che è fatta da cantieri, designer e una subfurnitura di caratura mondiale: “la Regione Marche individua in questo settore uno dei principali motori di crescita e sviluppo del territorio e siamo aperti al confronto con tutti gli attori locali. Il mercato delle navi di lusso è in grande espansione ed è compito delle istituzioni, lasciando la libertà imprenditoriale ai diversi soggetti, accompagnarli verso un modello di crescita sostenibile, innovativo che aumenti l’occupazione”.

LEGGI ANCHE: Guerra in Ucraina, Confindustria: “Timore per la nautica”

Marcello Maggi ha annunciato che Wider vuole investire fino a 20 milioni di euro per sviluppare un nuovo sito produttivo a Fano, sempre nella Regione Marche. L’investimento segue l’annuncio dell’acquisto da parte di W-Fin, un gruppo finanziario lussemburghese guidato sempre da Maggi, del 100% della proprieta’ di Wider.

Leggi anche

“Registi fuori dagli sche[r]mi” 2019, secondo appuntamento con il film di Franco Maresco

Fabio Iacolare

Cabotaggio marittimo, Assarmatori: “Sostegno a chi ha garantito continuità”

Fabio Iacolare

Incidente in barca all’Argentario, chi è la vittima: ipotesi pilota automatico

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.