Sport

Canottaggio, a Patrasso 3 medaglie per l’Italremo ai Mediterranean Beach Games

L’Italia del canottaggio chiude le gare del rowing beach sprint, disciplina di coastal rowing inserita nel programma dei Mediterranean Beach Games di Patrasso, conquistando 3 medaglie: l’oro nel quattro di coppia femminile, e due medaglie di bronzo nel quattro di coppia maschile e nel singolo femminile. Per quanto riguarda la medaglia d’oro, questa è stata vinta dalla formazione di Marta Barelli, Arianna Bini, Benedetta Faravelli, Giorgia Pelacchi e Serena Lo Bue al timone, che hanno dominato la finale costringendo la Spagna ad un inseguimento estenuante. Una condotta di gara che ha permesso alle azzurre di vincere nettamente sulla formazione iberica.

Le due medaglie di bronzo sono arrivate, la prima da Alice Rossi che, nel singolo, ha costretto la Tunisia, in difficoltà prima del giro di boa, ad inseguire l’azzurra che sul finale ha allungato portando a casa un bronzo strappato a colpi di remo all’avversaria; la seconda medaglia di bronzo, infine, è arrivata dallo sfortunato quattro di coppia maschile – ieri non è entrato nella finalissima per aver perso prima il carrello e poi un remo, accumulando un ritardo eccessivo sulla diretta avversaria – che ha voluto riscattare la mancata finale con una finale tattica e aggressiva che ha messo in difficoltà la Tunisia che nella virata era nettamente staccata dall’Italia. Il finale è stato solo passerella per la formazione azzurra. Il singolo maschile e il doppio femminile si sono piazzati quarti, come pure la staffetta mista tra singolo e doppio maschile e femminile. Quinto posto, infine, per il doppio maschile.

Nelle immagini (ph M.Ustolin): in alto, il quattro di coppia femminile; in calce, Alice Rossi; il quattro di coppia maschile

Leggi anche

Conclusa la quinta tappa del Trofeo Optimist Italia: le classifiche

Redazione Sport

SailGp, Spithill: “Outteridge mi ha chiesto scusa per la collisione”

Redazione Sport

Coppa dei Campioni – Trofeo Italia Yachts: tutti i vincitori di Trani

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.