Nautica

Global Shipping Body (ICS) fornisce assistenza agli armatori per evitare il contagio da Corona Virus

European Network of Maritime Clusters alla European Shipping Week

L’International Chamber of Shipping (ICS), l’organismo marittimo globale che rappresenta l’80% della flotta mercantile mondiale, sta consigliando alla sua appartenenza di prendere provvedimenti che limitano la diffusione del famigerato Corona Virus (2019-nCov).

Le istruzioni riflettono i consigli forniti dalla World Health Organizzazione (OMS), che ha affermato che se si adottano determinate misure, non ci dovrebbero essere “Restrizioni inutili del traffico internazionale”, che significa che i porti e le spedizioni globali possono continuare
ad operare.

Guy Platten, il segretario generale di ICS ha commentato: “L’industria navale darà sempre la priorità alla salute del nostro equipaggio e dei membri del pubblico sopra ogni altra cosa. Abbiamo raccomandato a tutti i nostri membri in tutto il mondo di seguire le procedure adottate dall’OMS come da prassi. Come industria, comprendiamo appieno l’importanza di svolgere il nostro ruolo nel fermare la diffusione di virus.”.

“Con l’attuazione delle misure nella loro interezza, stiamo evitando la chiusura inutile di qualsiasi porta. La navigazione può continuare a essere il canale per il 90% del commercio mondiale, garantendo una fornitura costante di medicina, cibo e carburante per i consumatori di tutto il mondo.

Siamo grati che l’OMS abbia evitato una reazione istintiva, che non farebbe alcun favore a nessuno. ” La consulenza fornita agli armatori sottolinea la necessità di:

• Uscire dallo screening nei porti nelle aree interessate per rilevare viaggiatori sintomatici e prevenire l’esportazione della malattia. Ciò include il controllo di segni e sintomi e
mantenendo i casi confermati sotto isolamento e trattamento.

• Implementazione di campagne di informazione sanitaria per sensibilizzare su come ricevere assistenza se qualcuno mostra sintomi.

• Dovrebbe collaborare con le autorità sanitarie pubbliche per la gestione dei casi a bordo delle navi viene rilevato un viaggiatore con sintomi.

L’ICS si assume le proprie responsabilità in materia di tutela della salute pubblica in modo estremamente serio. Ha condiviso Linee guida dell’OMS per i suoi membri su come ridurre al meglio la possibilità di diffusione di 2019-nCov.

L’organismo commerciale ha invitato tutti i membri ad adottare integralmente le linee guida. In questo modo si evita il chiusura superflua dei porti, che facilita il 90% degli scambi globali, compreso il trasporto di medicinali che sostengono l’industria della salute, così come forniture di cibo e carburante.

Se le raccomandazioni dell’OMS dovessero cambiare con la chiusura di porti specifici per motivi medici, raccomandiamo che il porto in questione e gli armatori seguano questo consiglio. Lo farà ICS continua a seguire da vicino la situazione e informerà i suoi membri sugli sviluppi.

Leggi anche

Barche con documenti falsi, la guardia di finanza sequestra 10 natanti in Sardegna

Redazione Sport

Luna Rossa verso l’America’s Cup con nuove carenature e un’arma segreta

Redazione Sport

Caro Governo, ma è così difficile dichiarare nautica da diporto e pesca attività sicure?

Davide Gambardella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.