Nautica Sport

The Ocean Race, è testa a testa dopo oltre un mese di Leg 3

ocean race testa a testa

Dopo il superamento di Cape Horn, punto più meridionale del Sudamerica, Team Malizia e Team Holcim-PRB sono impegnati in un testa a testa per la vittoria della terza tappa di The Ocean Race.

Nell’aggiornamento di ieri, le due barche erano separate da appena 5 miglia.

The Ocean Race, meteo difficile nel testa a testa

Capo Horn è stato l’ultimo ostacolo di una complicata e lunga navigazione fatta senza mai vedere terra: è il punto che segna la fine delle condizioni del Sud, dove profondi sistemi di bassa pressione si susseguono uno dopo l’altro, senza essere ostacolati da masse terrestri, con venti di burrasca che creano mari imponenti e spaventosi. A Capo Horn cambiano i venti, cambiano i fondali, si innalzano le onde e crescono i pericoli.




“Abbiamo avuto condizioni assurde per tutta la notte”, ha dichiarato Will Harris di Team Malizia. “Da zero a 52 nodi di vento da ogni direzione. È stata piuttosto dura. Ma stiamo andando bene. Siamo forti ora”.

“Abbiamo visto un rapido aumento del vento”, ha invece detto Abby Ehler a bordo di Team Holcim-PRB. “Più di quanto ci aspettassimo, tra i 48 e i 50 nodi di vento. Il mare non è troppo cattivo, quindi non stiamo sbattendo troppo, ma stiamo facendo attenzione”. “Non abbiamo spinto troppo”, ha concordato lo skipper Kevin Escoffier. “Abbiamo avuto raffiche di 50-55 nodi, una notte piuttosto pesante. Stanotte c’era davvero molto vento”.

A poco più di 350 miglia di distanza, 11th Hour Racing Team ha iniziato a mettere un po’ di distanza tra sé e Biotherm, mentre entrambi hanno accumulato un ritardo di quasi un giorno intero rispetto al duo di testa.




“Stiamo andando a nord il più velocemente possibile”, ha dichiarato Simon Fisher, navigatore di 11th Hour Racing Team. “La temperatura dell’acqua sta salendo lentamente, quindi credo che ci siano ancora due giorni di indumenti termici, ma stiamo facendo buoni progressi!”.

LEGGI ANCHE: Tecnomar for Lamborghini 63, TISG consegna a Sydney prima unità

Progressi anche per GUYOT environnement – Team Europe alle prese con il trasferimento dal Sudafrica a Itajaí, in Brasile, dove il team si ricongiungerà alla regata per la quarta tappa. L’arrivo di GUYOT a Itajaí è previsto per giovedì nel tardo pomeriggio ora locale.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

 

Leggi anche

A Viareggio il trofeo internazionale Emilio Benetti della Classe Star

Claudio Soffici

Conclusi i Campionati Italiani Giovanili di vela: le premiazioni

Claudio Soffici

Contratti leasing: +21,9% nonostante il Covid, impennata con il Salone di Genova

Redazione

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.