Diporto Nautica

Boe per ormeggio abusive: a Napoli verifiche su 150 titolari di barche

boe ormeggio napoli

Circa 150 unità da diporto appartenenti a turisti e cittadini napoletani ormeggiate abusivamente alle boe nello specchio di acqua antistante il consolato americano di Napoli: una rete abusiva, non coperta dalla concessione demaniale, su cui indaga l’Autorità Portuale di Napoli, che stamattina si è messa alla ricerca dei proprietà delle barche e degli yacht che erano ad ormeggio a Mergellina.

Boe abusive a Napoli: un “sistema” d’ormeggio

Ci sarebbe un vero e proprio “sistema atto all’ormeggio”, dietro la scoperta delle boe da parte degli uomini al comando dell’ammiraglio Pietro Giuseppe Vella: al momento, i gestori di una cooperativa sono stati denunciati, con l’accusa di aver duplicato gli spazi concessi. Oltre all’area di 25mila metri quadri a disposizione, infatti, secondo le indagini condotte dal luogotenente Carlo Nigro.



Questa mattina, intorno alle ore nove,  sono stati contattati circa 150 titolari di barche da diporto che hanno ormeggiato – forse a loro insaputa – in uno specchio d’acqua non consentito. Verifiche su eventuali sfregi al patrimonio naturalistico ed altri reati.

LEGGI ANCHE: Odissea per la nave Palermo-Genova: “Ritardi a causa del Green Pass”

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

Norwegian Cruise Line Holdings, ancora sospesi i viaggi

Fabio Iacolare

Vitter Shipyard lancia un classico moderno progettato da Hoek

Fabio Iacolare

Visite al cantiere Arcadia Yachts, un nuovo protocollo di accesso

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.