Nautica Sport

Luna Rossa, parla Bertelli: “Già al lavoro per la prossima America’s Cup”

bertelli america's cup

Patrizio Bertelli, patron di Luna Rossa e amministratore delegato di Prada, annuncia che sta già lavorando per la prossima America’s Cup. “Stiamo facendo i programmi di lavoro e abbiamo già definito gli aspetti contrattuali con il team. E’ tutto confermato e di buon auspicio”, assicura durante la trasmissione La Politica nel pallone su Gr Parlamento.

Mentre si discute della possibilità di disputare la prossima competizione lontano dalla Nuova Zelanda (si parla di offerte da Cina e Dubai), e si attende il nuovo regolamento scritto dai defender di Team New Zealand e i nuovi challenger of record di Ineos UK, l’imbarcazione italiana vuole farsi trovare subito pronta. D’altronde, l’ad di Prada lo aveva annunciato pochi giorni dopo la fine della 36esima edizione della Coppa America che il team italiano ci avrebbe provato di nuovo. E adesso, dalle parole sta passando direttamente ai fatti.




Dopo aver blindato il team si passerà al lavoro vero e proprio, per non perdere la continuità. “Bisogna lavorare senza interruzioni, sennòsi perdono di vista gli obiettivi. La forza di New Zeland è proprio questa, in questi anni hanno sempre lavorato” spiega Bertelli ai microfoni.

Bertelli: “America’s Cup equilibrata e intensa”

Quella che ormai passerà alla storia come la competizione dei record per un team italiano – vittoria della Prada Cup e tre gare vinte in finale di America’s Cup – è stata “un’avventura appassionante e intensa, che ha attirato l’attenzione di tutti gli sportivi”, commenta Bertelli, che tornando sulla sconfitta di Luna Rossa con Emirates Team New Zealand dichiara: “E’ stata una finale equilibrata, abbiamo avuto un pizzico di sfortuna, però questo è lo sport”.

LEGGI ANCHE: Troublé: “Possibile una Coppa America già nel 2022 con tutte le squadre”

Poi l’annuncio che tutti aspettavano: “Stiamo già lavorando per essere alla prossima America’s Cup, stiamo facendo i programmi di lavoro e abbiamo già definito gli aspetti contrattuali con il team. E’ tutto confermato e di buon auspicio. Bisogna lavorare con continuità, senza interruzioni, sennò – ha aggiunto – si perdono di vista gli obiettivi. La forza di New Zeland è proprio questa, in questi anni hanno sempre lavorato”.

Leggi anche

Suzuki Keyless Start System per l’avviamento per fuoribordo facile e sicuro

Redazione

Marco Misseroni secondo alla 29er Eurocup di Riva del Garda a prua dello statunitense Baker

Fabio Iacolare

Fiart 52 open, uno dei modelli di maggior successo della gamma

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.