Diporto Nautica

Patenti nautiche facili a Napoli, le agenzie: “Quiz d’esame va cambiato”

Patenti nautiche facili a Napoli, le agenzie: "Quiz d’esame va cambiato”

Patenti nautiche facili a Napoli, le agenzie: “Danno di immagine, noi parte civile. Ma quiz d’esame va cambiato”.

Si riserva di costituirsi parte civile contro gli artefici del giro di patenti facili in cui sono stati coinvolti anche calciatori del Napoli, la Confederazione che rappresenta le scuole nautiche sul territorio nazionale (Confarca).

Il danno di immagine arrecato agli operatori del settore “è enorme”, commenta il segretario della sezione nautica della Confarca, Adolfo D’Angelo, al punto di motivare la confederazione nel presentarsi come parte lesa nel processo. “Chiediamo che i colpevoli di questo giro, non il primo denunciato in Campania, vengano puniti e che le patenti rilasciate vengano immediatamente revocate”, spiega D’Angelo.

Nell’inchiesta sulle patenti nautiche facili spuntano tre calciatori del Napoli

L’inchiesta della Procura della Repubblica del capoluogo campano getta nuove ombre sulla vecchia dirigenza della Motorizzazione civile e anche sulle attuali procedure per il conseguimento del titolo per il comando dei natanti da diporto. Nelle indagini sono finiti circa 600 esami, e tra i nomi eccellenti che avrebbero usufruito dell’attività illecita per le prove d’esame figurano anche tre calciatori del Napoli, ovvero il difensore senegalese Kalidou Koulibaly, il terzino algerino Faouzi Ghoulam, entrambi sul mercato, e l’attaccante spagnolo José Maria Callejon, l’unico ad aver già lasciato l’Italia dopo la scadenza del contratto.

“Purtroppo questi fenomeni non sono nuovi – afferma il segretario della Confarca – e accade sempre più spesso che i candidati vanno alla ricerca di escamotage illegali quando si trovano di fronte a quiz troppo poco chiari o comunque troppo arzigogolati. Le domande nelle prove scritte sono spesso inutili, bisogna ammetterlo, ed in alcuni casi risultano addirittura fuorvianti. Noi ci battiamo da tempo per una semplificazione dei quiz, con domande che siano maggiormente indirizzate sulle tematiche della sicurezza e sulla prevenzione dal fenomeno degli abbordi in mare”.

LEGGI ANCHE: Esami con esperto velista dalle scuole nautiche, soddisfatta la Confarca

La Procura di Napoli ha emesso 31 avvisi di conclusione delle indagini, notificati dai Carabinieri di Caserta che hanno svolto le indagini tra il 2014 e il 2017. Secondo quanto riportano oggi organi di stampa, nell’elenco delle patenti sotto osservazione ci sono anche tre calciatori del Napoli che non sono indagati e nei loro confronti non c’è alcuna accusa formale.

Gli avvisi di conclusione delle indagini sono stati notificati ad ex funzionari della Motorizzazione civile, direttori di scuola guida e presunti facilitatori: i reati contestati dai pm napoletani sono corruzione e falso.

Leggi anche

Due mondiali giovanili per la vela olimpica azzurra

Redazione Sport

ActiveTarget Live: il sonar per barche che mostra i pesci vicini all’esca

Redazione

B&G presenta il nuovo sistema di navigazione Zeus 3s Glass Helm

Fabio Iacolare

5 commenti

adriano tolomio 11 Settembre, 2020 at 7:23 pm

Questo fenomeno si è verificato solo a Napoli e se sì, perchè?!

Rispondi
Fabio Iacolare 12 Settembre, 2020 at 7:44 am

Non solo a Napoli, è accaduto da nord a sud

Rispondi
adriano tolomio 12 Settembre, 2020 at 3:21 pm

Allora è incompleto segnalare il fatto come se fosse accaduto solo a Napoli Si potrebbe credere che sia successo solo da quelle parti e non mi sembra corretto.

Rispondi
Fabio Iacolare 14 Settembre, 2020 at 4:35 am

Capisco il suo ragionamento. In realtà, però, nel caso specifico parliamo di una inchiesta nata a Napoli. Ma ci siamo sempre occupati anche di altre indagini, da Nord a Sud appunto. La più grande inchiesta degli ultimi dieci anni è scattata nella Motorizzazione di Brescia: non è questione territoriale, assolutamente

Rispondi
adriano tolomio 14 Settembre, 2020 at 8:27 am

Concordo con Lei sig.Iacolare, infatti a me sembrava strano che Napoli fosse la madre di tutte le furbate, forse è così, fors, mi auguro, non è così.

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.