Nautica Sport

Poker di Luna Rossa contro American Magic: 4 a 0 e passaggio in finale di Prada Cup

poker di luna rossa che va in finale

Luna Rossa chiude la pratica semifinale con un poker: 4 regate vinte su 4 contro American Magic e passaggio in finale di Prada Cup senza troppi patemi. La seconda giornata di semifinali si gioca con campo di gara e condizioni di vento totalmente diversi rispetto alla giornata di ieri. Si regata nel campo A con un vento che spira a una velocità di 7-12 nodi. Un vento medio-basso e costante, senza raffiche.

Alla linea di partenza della prima regata di giornata gli AC75 arrivano in contemporanea e la gara parte con un bel testa a testa, dove gli scafi si muovono in parallelo. A metà leg, però, Luna Rossa prende il lead e al primo giro di boa arriva prima con 13 secondi di vantaggio su American Magic. Nella corsa verso il gate 2 si viaggia di poppa con velocità di circa 40 nodi e gli italiani guadagnano un altro po’ di vantaggio: al secondo giro di boa il team di Max Sirena arriva 22 secondi prima degli statunitensi. Con un buon controllo della barca Luna Rossa va in controllo, proponendo le stesse manovre di American Magic e facendo attenzione a restare sempre in zone di pressione.




Al gate 3 si arriva con Luna Rossa avanti 41 secondi. La gara sembra oramai scritta, ma gli statunitensi recuperano un bel po’ di metri e secondi. Al gate 4 sono solo 20 secondi dietro Luna Rossa. Gli italiani non perdono la calma. American Magic deve sperare in un errore dell’AC75 tricolore, ma le manovre di Luna Rossa sono senza sbavature e alla penultima boa il vantaggio torna a 41 secondi, per ridursi al traguardo a 35 secondi.

LEGGI ANCHE: Luna Rossa vince le prime due regate contro American Magic nelle semifinali di Prada Cup

Lo scafo tradisce American Magic che torna a casa, Luna Rossa in finale

La seconda regata di giornata inizia in salita per gli statunitensi. Nel pre-start American Magic va a schiacciarsi contro il boundary. Luna Rossa li affianca e li supera nella corsa verso l’ingresso del campo, dove gli italiani arrivano primi, portandosi avanti di 100 metri. Il team di Max Sirena fa delle buone manovre, costringendo più volte gli statunitensi a virare. Al primo gate American Magic è costretta a più manovre per prendere la boa, arrivando già 45 secondi dopo Luna Rossa. La seconda leg vede praticamente la fine delle speranze statunitensi. American Magic va fuori dal boundary e prende una penalità, la barca finisce in displacement. Il Patriot è fuori controllo, probabilmente per problemi al sistema idraulico e nella movimentazione dei foil. Gli statunitensi incorrono in una serie di penalità.




Al gate 2 sono due minuti e un secondo dietro. Luna Rossa deve adesso solo amministrare un vantaggio che oramai è incolmabile. E lo fa senza problemi. Al gate 3 italiani sono avanti di due minuti e 42, al gate 4 di due minuti e 36. Gli ultimi giri di boa sono una regata di allenamento per gli italiani, con gli statunitensi che continuano a prendere penalità e ad avere difficoltà a tenere la barca in volo. Luna Rossa taglia il traguardo 3 minuti e 51 secondi prima di American Magic.

Luna Rossa in acqua il 13 febbraio contro la sorpresa Ineos

Le semifinali confermano che la scuffia di American Magic ha praticamente compromesso la corsa statunitense alla Coppa America. Luna Rossa, invece, prosegue il suo cammino e si giocherà tutto nella finale di Prada Cup al meglio di 13 regate contro Ineos, a partire dal 13 febbraio. Gli italiani hanno finora perso tutte le regate dei Round Robin contro gli inglesi e adesso avranno l’occasione di prendersi la rivincita. Nelle semifinali contro American Magic, Luna Rossa ha mostrato uno scafo migliorato, buone manovre e delle ottime partenze. Tuttavia gli inglesi del campione olimpico Ben Ainslie non vanno assolutamente sottovalutati. Dati per spacciati durante le World Series di dicembre, dove spesso non riuscivano a portare a termine le regate per problemi allo scafo, gli inglesi si sono presentati ai Round Robin con una barca rivoluzionata, passando direttamente in finale e uscendo imbattuti dalle prime gare di Prada Cup. Vedremo se per la finale riserveranno altre sorprese o se Luna Rossa riuscirà a batterli: per adesso gli italiani si godono il poker.

POTREBBE INTERESSARTI: Checco Bruni nel fine gara: “Siamo già con la testa alla rivincita con Ineos”

Leggi anche

SailGP invita le città a partecipare alla sua Race for the Future

Redazione Sport

Bruni: “Noi a testa alta, continuiamo a lottare”. Burling: “Il vento ci ha aiutati”

Redazione Sport

Vendée Globe, Giancarlo Pedote vicino alle barche che lo precedono

Davide Gambardella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.