Nautica Sport

Coppa America, Luna Rossa e la voglia di rivincita in quel di Barcellona

luna rossa

L’Americas Cup torna a Barcellona. Si tratta di un’ottima occasione per Luna Rossa, a caccia di vittoria nella 37esima edizione della Coppa. Il team italiano aveva lanciato la sfida lo scorso 1 dicembre e, tra due anni, andrà all’assalto del più antico trofeo sportivo del mondo.

America’s Cup 2024, tutti gli avversari di Luna Rossa

Luna Rossa si presenterà al suo sesto tentativo ricca di speranze, desiderosa di prendersi la rivincita con i campioni in carica di Team New Zealand, che hanno prevalso per 7-3 nella scorsa finale. Il team rappresentante del nostro paese è già al lavoro per arrivare, nel 2024, con una barca performante (con il cambio regolamento l’equipaggio sarà composto da otto uomini) nelle acque catalane. Sappiamo che sarà presente il doppio timoniere con Francesco Bruni e James Spithill, impegnato nei giorni scorsi nel finale di SailGP insieme agli Stati Uniti.




Molti saranno gli avversari e dura sarà la sfida per Luna Rossa, che si ritroverà faccia a faccia con Alinghi, vincitori delle edizioni del 2003 e del 2007, ora supportati da Redbull, con American Magic, sconfitti sonoramente lo scorso anno, e con Ineos Britannia, la squadra di Ben Ainslie travolta in Prada Cup ma che ora punterà molto sulla collaborazione con Mercedes.

A questi non vanno dimenticati i campioni in carica, con la riproposizione, pertanto del confronto generazionale già visto nella finale di un anno fa: la vecchia scuola di Bruni e Spithill contro la giovinezza e il talento cristallino di Burling e Tuke. Per questo, però, bisognerà prima guadagnarsi il diritto di accesso alle regate che metteranno in palio la Coppa.

LEGGI ANCHE: Patenti nautiche, dal 14 maggio i nuovi quiz: “Mancano gli esperti velisti”

Nuovi team all’orizzonte?

La Coppa America a Barcellona sembra aver risvegliato, inoltre, l’interesse per la manifestazione in Francia. Secondo quanto riportato da Stuff, K Challenge, già visto a Valencia nel 2007 con il nome di Areva sarebbe infatti interessato a prendere parte all’edizione 2024. “L’America’s Cup è il mio sogno d’infanzia. Dopo aver stretto contatto con diverse squadre francesi, ho deciso nel 2001 di lanciare la mia sfida durante la 32a edizione di Valencia. Partendo da un foglio bianco, questa epopea mi ha segnato profondamente e ha dimostrato che la Francia è uno dei pochi paesi che ha tutto per vincere”. Con queste parole, sul suo profilo Facebook, sembra lanciare la sua candidatura Stephan Kandler, a capo del team. In ogni caso, il periodo di iscrizione terminerà il prossimo 31 luglio, con le iscrizioni in ritardo che potranno essere accettate fino al 31 maggio 2023. Il tempo per nuovi avversari di unirsi alla lotta è, pertanto, ancora molto.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su tutte le news!

Leggi anche

La nave Vespucci riprende il mare per la campagna d’istruzione

Redazione

Confindustria Nautica, accolta la richiesta per il registro telematico

Fabio Iacolare

Scauri “Mare senza barriere”: una pagaiata contro il tumore al seno

Fabio Iacolare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.