Nautica Sport

Spithill ancora con Luna Rossa? Le regole sulla nazionalità lo permettono

spithill può essere di luna rossa nonostante la nazionalità

Le nuove regole sulla nazionalità per la prossima Coppa America saranno più stringenti. Tuttavia Spithill, australiano di nascita, potrà ancora far parte di Luna Rossa, se lo vorrà. Secondo quanto annunciato nei giorni scorsi dal Challenger of Record Ineos il protocollo per la 37esima America’s Cup prevederà che i componenti dell’equipaggio dovranno essere tutti della stessa nazionalità dello yacht club in gara.

La regola prevede però delle eccezioni. Se lo “straniero” ha passato due degli ultimi tre anni nel paese dello yacht club (o in Auckand per disputare la Coppa America), allora non sarà considerato il passaporto di nascita. Un’eccezione in cui rientra a pieno titolo il timoniere James Spithill, che tra Coppa e allenamenti è stato negli ultimi 3 anni quasi sempre in Italia o in Nuova Zelanda al seguito di Luna Rossa.




In teoria Spithill potrebbe prendere parte anche alla 37esima Coppa America a bordo di una barca australiana oppure come skipper di “una nazione emergente” per le quali sono previste ulteriori eccezioni alla nazionalità.

Cosa sappiamo del futuro team di Luna Rossa

Attualmente non sappiamo se James Spithill ha già firmato per Luna Rossa. Quello che è certo è che la barca italiana ci sarà nel 2023 o 2024 per la prossima edizione della Coppa America. Max Sirena ha sciolto le riserve e ha annunciato che sarà del team. Lo skipper ha anche fatto sapere che vuole riconfermare la squadra e che Checco Bruni e James Spithill sono i primi della lista che vorrebbe di nuovo a bordo. Dalle comunicazioni del team italiano sappiamo anche che già il 90% dei componenti della squadra ha firmato per la prossima campagna, ma non sappiamo chi sono. Spithill, che ha già partecipato a 4 Coppe vincendone due, ha fatto sapere che vorrebbe continuare. Tutto lascia pensare che il talento australiano sarà ancora parte dell’equipaggio di Luna Rossa e tra i tifosi italiani sono molti a sperarci, tanto da aver lanciato una petizione on line per concedere la cittadinanza italiana al timoniere australiano per meriti sportivi.

Leggi anche

The Italian Sea Group, ricavi raddoppiati nel primo semestre del 2021

Redazione

Nasce FiV Foil Academy, il programma di sviluppo della vela foil

Redazione

Rinnovato a Ostia il punto di raccolta degli oli minerali usati dalle barche

Claudio Soffici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.