Nautica

Prada Cup, Bruni e Spithill: “Soddisfatti della giornata”

bruni spithill

I due timonieri: “C’è equilibrio, restiamo concentrati”. Lo skipper inglese, Sir Ben Ainslie, al termine delle due regate di giornata e dopo il primo punto: “Siamo felici, adesso mi farò una bella birra”

di Donato Giannini

Campo di regata E. La quinta e sesta regata danno un punto a testa alle due sfidanti nella Prada Cup. Gli italiani nella prima gara di giornata confermano lo stato di forma che gli ha portati finora a cinque punti sugli inglesi e al termine della prima regata, per il solito commento, Checco Bruni non risparmia complimenti per il compagno di squadra James ‘Pitbull’ Spithill che alla partenza ha saputo tenere gli inglesi al limite, portandoli alla penalità: “Jimmy (James Spithill ndr) è stato molto bravo a farci avere quel vantaggio. La barca è in ottima forma e siamo molto concentrati sul nostro lavoro. Ci possono essere dei momenti bui perciò è importante rimanere concentrati, regata per regata”.

Bruni: “Jimmy Spithill ha fatto un lavoro eccellente”

Nonostante la barca finora non ha mostrato segni di instabilità, Bruni invita alla cautela: “C’è un equilibrio delicato da mantenere, si rischia sempre di cadere. Jimmy ha mantenuto la barca al limite, ha fatto un lavoro eccellente”.

Alla domanda sulle polemiche degli ultimi giorni, Bruni non si lascia provocare e gestisce in maniera pacata la situazione: “Nonostante siamo qui da un po’, abbiamo ancora delle cose da imparare dai neozelandesi e come si vive qui. Ma adesso l’unica cosa che dobbiamo fare è rimanere concentrati sulla prossima regata”.




Sempre al termine del primo match, Sir Ben Ainslie probabilmente più stanco di commentare sconfitte che di regatare (gli tornerà il sorriso dopo la seconda gara) parla così in collegamento dopo la quinta sconfitta consecutiva: “È stata dura, abbiamo lottato, abbiamo cercato di migliorare la nostra performance per essere più veloci. Di nuovo una cattiva partenza: siamo stati vicini all’inizio ma dopo il primo incrocio c’hanno lasciato dietro, sono andati velocissimi”. Sulla penalità: “Abbiamo corso dei rischi perché dobbiamo andare più veloci”.

LEGGI ANCHE: Prada Cup: Ineos vince la sua prima regata delle finali, è 5 a 1 per Luna Rossa

L’umore del pluripremiato velista cambia decisamente quando IneosTeam Uk taglia il traguardo davanti a Luna Rossa per la prima volta in questa finale, con 14 secondi vantaggio: “Siamo felici, le ultime regate non erano andate bene. I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro. Ce l’abbiamo fatta! Con i venti più leggeri le barche sono vicine, questo è il bello delle regate – spiega lo skipper inglese – Non posso ringraziare abbastanza il team perché i ragazzi danno tutto, le regate sono sempre insidiose e abbiamo cercato di essere sempre concentrati e oggi eravamo preoccupati di perdere. Questa vittoria farà bene al morale, Dobbiamo continuare a lavorare duro. Adesso mi farò una bella bevuta di birra”.

Tocca a James Spithill commentare invece la prima sconfitta in questa finale: “Questa volta non ce l’abbiamo fatta. Le barche sono molto simili e questa volta loro sono stati in vantaggio dall’inizio. Abbiamo cercato di limitare i danni e cercare opportunità che non ci sono state. Continuiamo a lavorare sempre e siamo felici delle due regate nell’insieme. È difficile essere sempre perfetti al 100%. Io cerco sempre di stimolare la squadra e il gruppo è unito”

Leggi anche

Campania, verso il sì al charter nautico nella Fase 2

Davide Gambardella

Trofeo del Dinghy 12′ Classico, conclusa la terza tappa di San Benedetto

Claudio Soffici

RAN 630, TestaCuore Race vincitore assoluto

Redazione Sport

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.